Fiorentina, Pioli: "Mirallas non convocato. Pjaca Deve essere più sbarazzino"

Rufina Vignone
Ottobre 7, 2018

"Troveremo un avversario cattivo e molto determinato dopo gli ultimi risultati". Insieme ai compagni Chiesa sta preparando la trasferta di domenica con l'obiettivo di conquistare il primo successo esterno della stagione: finora la squadra viola fuori casa, dove ha affrontato tutti avversari difficili, ha ottenuto solo un punto (frutto dell'1-1 a Marassi con la Sampdoria) perdendo di misura a Napoli e tra mille recriminazioni per 2-1 a San Siro contro l'Inter. Dobbiamo imparare a restare sul pezzo 95 minuti, questo deve essere uno dei nostri obiettivi principali. "Ogni pallone è determinante, non bisogna mai staccare la spina". Non voglio entrare nel merito, mi piace parlare della mia squadra e non degli altri. "Vogliamo toglierci delle soddisfazioni, di quello che dicono gli altri non mi interesso". La nostra deve essere una crescita continua perché siamo una squadra giovane. Dobbiamo creare difficoltà ai nostri avversari continuando con la nostra filosofia ovvero fare gioco e creare occasioni. "La Lazio ha qualità tecniche e prestanza fisica, dovremo stare attenti in fase difensiva e giocare bene quando avremo la palla".

Su una possibile vittoria a Roma: "Non mettiamo il carro davanti ai buoi". Dovremo giocare seguendo le nostre qualità. Le nostre ambizioni sono giocare bene a calcio ed essere sempre una squadra pericolosa, migliorando il campionato dello scorso anno. "La gara con la Lazio arriva prima della sosta ed è quindi delicata e importante".

BADELJ ALLA LAZIO - "Gli ho voluto molto bene, è stato un riferimento per me e per la squadra". Ci ho provato ma sia lui che noi abbiamo fatto altre scelte. Milinkovic? Parliamo di un ottimo giocatore, ma la Lazio non è solo lui. "Dobbiamo stare attenti, ma sono sicuro che possiamo contrastarlo bene in quella zona del campo". So quanto può pesare perdere un derby a Roma ed è arrivata anche la sconfitta in Europa, per questo troveremo una squadra cattiva dal punto di vista agonistico. "Se saremo al loro livello, potremo giocarci le nostre possibilità". "Il nostro centrocampo è ben assortito, indipendentemente da chi gioca". "C'era molta esperienza, la nostra storia e il nostro percorso è diverso ma c'è qualità e dovremo andare avanti scalino per scalino". "Simone è un ragazzo molto intelligente, si sta dimostrando un buon allenatore".

Su Mirallas: "Non sarà convocato perché mercoledì ha avuto un trauma distorsivo alla caviglia che non gli ha permesso di allenarsi".

Su Pjaca: "Si sta allenando bene, è in buone condizioni". Pjaca deve trovare più entusiasmo. "Deve scendere in campo tranquillo, libero e senza pressioni".

"A Simeone chiedo di non cambiare il suo modo di giocare, ha determinate caratteristiche e deve pensare a giocare con quelle". Non ho mai giudicato un centravanti solamente per i suoi gol. So che per lui segnare è importante, ma questo non deve essere fonte di nervosismo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE