Spread sopra i 300, Borsa di Milano a picco: mercati in fibrillazione

Paterniano Del Favero
Ottobre 5, 2018

Il FTSE MIB nelle prime battute di contrattazione mette a segno un rialzo dell'1,4%, con lo spread BTp/Bund in calo a 289 punti base e le banche in grande spolvero. In netto ampliamento anche il differenziale tra i titoli a due anni italiani tedeschi che dopo una fiammata a 215 punti base in avvio di giornata ora viaggia a 199 punti.

Scende lo spread, attestandosi a 276 punti base, con un calo di 7 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento del 3,29%. Euro in calo sul dollaro, con la moneta unica che scambia a quota 1,15467.

Lo scontro tra Italia e Ue sulla manovra economica ha indebolito le piazze del Vecchio continente che accumulano perdite oscillanti tra lo 0,13% di Londra e lo 0,64% di Bruxelles.Piazza Affari è la peggiore, con il Ftse Mib che, dopo aver fallito ieri un tentativo di recupero, è tornata in territorio negativo e stamane arretra di un punto e mezzo percentuale.

(Teleborsa) - Tutte in forte calo le principali Borse europee. A pesare, secondo l'agenzia Bloomberg, le parole del presidente della Commissione bilancio della Camera, Claudio Borghi. A stemperare un po' gli animi erano arrivate le dichiarazioni del premier, Giuseppe Conte, che ha rassicurato i mercati sull'imprescindibilità dell'euro e sui rapporti con l'Europa.

La risalita è tata guidata dai rialzi di Atlantia (+2,3%) e delle utility ma anche dalla ripresa di St (+2,2%) grazie alla vivacità dei tecnologici, Intel in primis, a Wall Street. Male Pirelli (-2,7%) e molti finanziari a cominciare da Unipol e da Banco Bpm. Continua la caduta di Tim (-2%) ormai a un soffio dai minimi storici toccati nell'estate 2013.

Borse asiatiche in ordine sparso dopo il recente accordo Usa-Messico-Canada (Usmca), che sostituisce il Nafta. In rosso gli altri indici.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE