Napoli, paura colera: due casi in ospedale

Barsaba Taglieri
Ottobre 3, 2018

Sono stati registrati oggi a Napoli due casi di colera, in una donna e in suo figlio di due anni, immigrati residenti a Sant'Arpino (Caserta) e rientrati di recente da un viaggio in Bangladesh: lo rende noto l'ospedale Cotugno, dove i due sono ricoverati.

"Immediatamente - spiega Giordano - è stata allertata la Asl competente e sono state attivate tutte le procedure previste dai protocolli. Ma se effettivamente si tratta di colera, non è una malattia che ci allarma perché la trasmissione è per via oro-fecale ed essendo due casi di importazione, il rischio di diffusione su larga scala non c'è".

"I contatti familiari del caso indice sono stati già individuati e sono attualmente sotto stretta osservazione sanitaria". Attualmente, entrambi i pazienti sono in condizioni stazionarie.

Il colera è una malattia infettiva acuta causata da batteri della specie Vibrio Cholerae, provoca diarrea profusa causata dall'infezione dell'intestino e, spesso, è asintomatica o paucisintomatica. La trasmissione avviene per contatto orale, diretto o indiretto, con feci o alimenti contaminati. L'incubazione varia da 1 a 5 giorni e la malattia si manifesta con diarrea improvvisa e forte vomito, che portano a una rapida disidratazione.

I medici riferiscono inoltre che le condizioni della donna non destano alcuna preoccupazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE