Vitamina D contro l'obesità: aiuta i bambini a perdere peso

Barsaba Taglieri
Ottobre 2, 2018

Secondo gli studiosi, il cacao e gli alimenti che lo contengono hanno quantità significative di vitamina D2 e ad averne di più sono burro di cacao e cioccolato fondente.

La vitamina D2 è molto importante per il nostro organismo. Mentre la vitamina D3 viene prodotta nella pelle umana attraverso l'esposizione al sole, il resto viene idealmente consumato attraverso alimenti come pesce grasso, pollo o uova.

Anche il cacao può essere una fonte, per quanto secondaria, di vitamina D2.

Inoltre vari studi scientifici hanno permesso di scoprire che la vitamina D è coinvolta anche nella crescita cellulare, nelle funzioni neuromuscolari e nel rafforzamento delle difese immunitarie. Tuttavia, è importante sottolineare che se ne trovano alte dosi nel cioccolato fondente e pressochè nulla in quello bianco.

Gli scienziati tedeschi hanno preso in esame il cacao perché sospettavano che anche questo ingrediente potesse contenere vitamina D. Per ottenere il cacao, si prendono i suoi semi e si mettono a essiccare in seguito a una fermentazione. Di conseguenza, all'interno delle fave di cacao, si troverebbe proprio la D2 - una fonte di vitamina D finora sconosciuta (nel cacao), identificata per la prima volta grazie a uno studio condotto dall'Università Martin Luther Halle-Wittenberg (MLU) in collaborazione con il Max Rubner-Institut.

Insomma via libera al cacao, ma nella giusta misura.

Il cacao non è soltanto l'alimento gustoso che tutti conosciamo.

Tuttavia la ricerca svolta in Grecia ha dimostrato che i supplementi di vitamina D sono collegati a tassi più bassi di obesità, a livelli di colesterolo migliori e complessivamente ad una riduzione della massa corporea.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Food Chemistry, ha scoperto che il cacao e gli alimenti contenenti cacao hanno quantità significative di vitamina D2.

"Bisognerebbe mangiare enormi quantità di cioccolato per coprire i tuoi fabbisogni di vitamina D, ciò sarebbe estremamente malsano a causa dell'alto contenuto di zuccheri e grassi", ha affermato Stangl.

La Società italiana dell'Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro (SIOMMMS) sostiene che in Italia l'80% della popolazione sia carente: l'insufficienza di vitamina D interesserebbe circa la metà dei giovani italiani nei mesi invernali.

Vitamina D, a cosa serve.

[1] Cocoa: a tasty source of vitamin D?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE