Ciclone Zorbas dalla Grecia verso l’Italia: rischio mareggiate in Sicilia e Calabria

Bruno Cirelli
Settembre 29, 2018

Le foto e i video sono stati pubblicati sui social dagli utenti che hanno immortalato il mare in burrasca nel Sud Italia. Tuttavia nelle ultime ore si sono diffuse una serie di notizie (bufale) in parte false e in buona parte molto confuse. Cerchiamo ora di fare un po' di chiarezza.

Zorbas nasce come una comune depressione mediterranea a cuore freddo (punto A) per poi evolvere rapidamente (entro la giornata di domani) in TLC (Medicane), ossia in un ciclone tropicale con cuore caldo (debolmente) simmetrico. Si tratta del nome dato dal primo uragano che colpirà il Mediterraneo da quando si raccolgono i dati. Tutti i servizi meteorologici del mondo stanno osservando e studiando l'evolversi di questo imponente ciclone mediterraneo, un ciclone simil tropicale, come spiegato da Luca Lombroso in questo articolo di approfondimento, che pur non essendo a tutti gli effetti un uragano ne condivide alcune caratteristiche. Insomma parliamo di cicloni in grado di auto-alimentarsi grazie al calore offerto dal mare e dal calore latente di condensazione sprigionato dalle stesse nubi attorno all'occhio.

Secondo il Servizio meteorologico dell'Aeronautica militare, a Siracusa i venti potrebbero raggiungere il picco venerdì a metà giornata con raffiche fino a 65 km/h. E potrebbe avere la violenza di un uragano tropicale.

L'uragano "Medicane" è arrivato in Italia oggi, venerdì 28 settembre.

Eccolo il ciclone mediterraneo in tutta la sua maestosità!

Assolutamente no! Abbiamo letto notizie davvero sconvolgenti come "l'Italia trema per l'arrivo del ciclone" quando in realtà a tremare sarà la Grecia. Per esempio la velocità del vento si aggirerebbe tra i 150 km/h sino ai 240 km/h.

Sulle nostre coste sono previsti venti ad oltre 90 chilometri orari e onde che potranno superare i 5 metri d'altezza. Il tutto durerà solo poche ore e già da stasera tornerà tutto alla normalità. Potrebbe essere la tempesta più forte di sempre nel Mediterraneo. Si segnala un aumento anomalo delle temperature.

E' massima allerta Meteo in Sicilia e in Calabria.

In Sicilia ed in Calabria nei prossimi giorni ci sarà un'allerta meteo per via dell'arrivo di 'Medicane', una tempesta che ha le caratteristiche di un uragano ma che non lo è.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE