Italia quarta al mondo per efficienza della spesa sanitaria

Bruno Cirelli
Settembre 24, 2018

In altri termini, l'Italia è ben piazzata perché è il secondo Paese più longevo al mondo (con un'aspettativa di vita di 82,5 anni) e, al contempo, risulta tra le economie occidentali con la spesa sanitaria pubblica per persona meno elevata (2.700 dollari pro capite).

Ebbene, il nostro Paese si posiziona alle spalle di Hong Kong, Singapore e Spagna. Scalate due posizioni rispetto all'anno scorso, quando eravamo sesti.

Luci e ombre per gli altri Paesi europei, con Norvegia, Irlanda e Grecia rispettivamente all'11°, 13 e 14° posto. La Francia si attesta al 16° posto mentre il Regno Unito è al 35° (crollo di 14 posizioni) che ha fatto uscire il paese dalla top ten europea. A fondo classifica gli Stati Uniti: 54° posto. Il paragone che viene fatto comprende la Repubblica Ceca.

In questa classifica, l'Italia ha totalizzato un punteggio di 67,6, appena sotto la Spagna ma a grande distanza dalle due prime della classe, che hanno una minore spesa sanitaria rispetto al Pil con una aspettativa di vita paragonabile alla nostra. Il sistema sanitario ceco "vale" infatti il 7,3% del Pil, contro il 16,8% di quello USA. Secondo l'analisi dell'Imperial College di Londra e dell'Oms solo 30 paesi per le donne e 35 per gli uomini sono risultati 'in regola' con il calo richiesto. Il tutto per far sì che la longevità sia accompagnata anche da un'alta qualità della vita. Inoltre, dato non trascurabile, il turismo medico è fra le industrie thailandesi che stanno crescendo di più.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE