Manovra, Di Maio pretende risorse da Tria

Paterniano Del Favero
Settembre 23, 2018

Poi, sull'ipotesi di un aumento dell'IVA, per reperire risorse utili per la realizzazione del contratto, si è limitato a dire: "nell'attività istruttoria fin qui svolta in stretto raccordo con la presidenza del Consiglio e con i colleghi di governo, si sta operando nel pieno rispetto delle risoluzioni al Def approvate da Senato e Camera lo scorso mese di giugno".

"Questa storia che aumentiamo l'Iva è una fake news". "Non abbiamo mai contemplato di aggravare la posizione dei contribuenti". Eppure, l'ultimo pressing da parte di Luigi Di Maio, ha fatto irritare non poco l'inquilino di via Venti Settembre. "Le metteremo nella legge di Bilancio: sì". In ogni caso, per Conte "il numero della manovra dovrà dare anche il segno che stiamo tenendo i conti in ordine". "Mi limito a osservare che l'impatto di questa riforma sarà subito significativo", "perché il reddito di cittadinanza funzioni davvero - aggiunge - bisogna prima riformare i centri per l'impiego". Piuttosto significa "fisco amico" e "incremento della tax compliance", con "iniziative di aiuto ai cittadini in difficoltà".

Il vicepremier M5s è netto anche nei rapporti con Matteo Salvini.

Si scalda il cantiere della prossima Legge di Bilancio e al centro c'è lo scontro interno al governo tra il ministro dell'Economia e i due vice premier Di Maio e Salvini.

Secondo Di Maio, infatti, "un governo serio, che ha fatto delle promesse, non può aspettare due o tre anni per mantenerle". Tale scelta potrebbe essere ostacolata, tuttavia, dall'Unione Europea che ha comunicato, nei giorni scorsi, la propria contrarietà in merito alla possibile realizzazione di scelte che metterebbero a rischio i conti pubblici del nostro paese. E garantisce che "non si sfora il 3% e non si toccano i diritti essenziali dei cittadini". Infine una stoccata agli evasori. Già nella serata di giovedì era stata anticipata la precisazione da parte dei membri del governo: il ministro dell'Economia si riferiva a una proposta di legge del Movimento di anni fa, poi corretta nell'ultima versione. "Basta mettere una soglia a misura di persone in difficoltà". "Non è questo il gioco che vogliamo fare". "Se hanno il coraggio di fare ricorso lo facciano".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE