Iva, l'Italia perde 36 miliardi per l'evasione

Paterniano Del Favero
Settembre 23, 2018

E' il valore dell'evasione dell'Iva in Italia nel 2016, il più alto in assoluto nei 28 e il terzo divario maggiore tra gettito previsto ed effettivamente riscosso, al 25,9%. Peggio solo la Romania con il 35,88% e la Grecia con il 29,2%. E' la fotografia scattata dall'ultimo rapporto annuale della Commissione Ue, e che conferma il trend dell'Italia degli ultimi anni. Alle casse dello Stato sono venuti a mancare 35,9 miliardi. In termini percentuali, si tratta di un leggero miglioramento di 0,23 punti. Nel complesso comunque, dal 2012 al 2016, l'Italia è riuscita a ridurre l'evasione del 3%, con un divario calato dal 29% a poco meno del 26%.

L'Unione Europea ha registrato perdite di introiti sull'Iva per 147,1 miliardi di euro, in calo di 10,5 miliardi rispetto all'anno precedente.

Parzialmente soddisfatto il commissario Ue agli Affari Economici, Pierre Moscovici, che si dice contento per il miglioramento, anche se ancora tanta strada deve essere fatta per recuperare più fondi dall'imposta: "Gli Stati membri hanno migliorato la riscossione dell'Iva in tutta l'Ue".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE