Pace fiscale anche per le multe?

Paterniano Del Favero
Settembre 22, 2018

Lo afferma il premier Giuseppe Conte. "Mai pensato di fare una riforma e non un'altra" assicura Giuseppe Conte.

Il Professore, e ora titolare di via XX Settembre, sceglie il Parlamento per spendere parole di mediazione sui vari fronti aperti in vista della presentazione della legge di bilancio: è infatti rispondendo ad alcuni senatori che si affretta a spiegare di avere tutte le intenzioni di rispettare il contratto di governo, dalla sterilizzazione degli aumenti dell'imposta sul valore aggiunto all'introduzione del reddito e della pensione di cittadinanza senza dimenticare la pace fiscale che, precisa, "non significa varare un nuovo condono", ma piuttosto vuol dire disegnare un "fisco amico". "Non ci dobbiamo impiccare sui decimali". "Si, ne abbiamo parlato con la Merkel a Berlino". "La pace fiscale si farà: è imprescindibile - dice in una intervista a "La Verità" -". Ma c'e' un problema di compatibilita' dei conti? È bene ricordare, comunque, che per queste due categorie di debiti i cittadini potrebbero già ricorrere alla rottamazione delle cartelle, introdotta nel 2017, con cui si possono saldare i debiti senza alcuna sanzione o maggiorazione prevista dalla legge. Se la cosa dovesse andare in porto, per chi ha accumulato bolli e multe da pagare ci sarà un gran bel risparmio. Il punto non è fare il congresso ma come farlo. Si comincera' da persone fisiche o piccole imprese?

Il premier ha poi commentato le indiscrezioni sulle possibili dimissioni del ministro Tria dopo lo scambio di battute a distanza con Luigi Di Maio: "Se l'avesse fatto l'avrei saputo".

E' un gioco n incastro.

Qui entra l'ipotesi del condono tombale, che è sempre un'azione onerosa da parte del contribuente ma che permetterebbe di chiudere tutte le posizioni aperte con il fisco con un forte sconto rispetto al mero "saldo e stralcio". I tempi e i costi per la riscossione, tutt'altro che certa, sarebbero quindi improponibili tanto che se si trattasse di poste in un bilancio aziendale, invece che fiscali, con molta probabilità verrebbero spesate e portate a perdita su crediti in bilancio. "L'inasprimento delle pene e' un tassello fondamentale della nostra riforma fiscale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE