Ocse: Di Maio, non deve intromettersi

Paterniano Del Favero
Settembre 22, 2018

"Una crescita più moderata è probabile in Italia, con le incertezze sulle scelte politiche, più alti tassi di interesse e più lenta creazione di posti di lavoro che frenerà la spesa e i consumi delle famiglie". Questo il monito sulla situazione economica italiana, lanciato dall'Ocse nelle sue previsioni intermedie.

Secondo le stime Ocse il Pil italiano dovrebbe calare all'1,2% nel 2018, contro la stima di maggio dell'1,4%.

Fonte foto: https://www.facebook.com/Trading.Finanza/?tn-str=k*FLa risposta di Luigi Di Maio: "Il superamento della legge Fornero è nel contratto e verrà realizzato".

Ocse "Brexit e Italia mettono a rischio la prosperità dell'Europa". E pone l'accento sulla riforma delle pensioni, andando a toccare il tasto della legge Fornero, la cui rimozione è l'obiettivo principe dell'ala leghista dell'esecutivo: "Quando parliamo di riforma delle pensioni, penso sia importante non disfare la riforma Fornero".

Angela Merkel ha comunicato alla stampa che è stato dato "un parere positivo sulla proposta Juncker per un rafforzamento di Frontex" ma continua dicendo che i leader europei si sono "poco occupati del tema della ridistribuzione perché era chiaro che non ci sarebbe stato nessun risultato". Bisogna assolutamente continuare le riforme lanciate dal governo precedente. "Terza cosa - ha concluso - nel periodo un pò incerto che stiamo vivendo, chi ha un pò di reddito, ha piuttosto tendenza a risparmiarlo, quindi non è nemmeno certo che serva ad accelerare i consumi". "Quindi il nostro messaggio è da un lato di non disfare le riforme giuste fatte e dall'altro di dirigere le spese verso gli investimenti pubblici produttivi che fanno la crescita di domani, come l'educazione, le infrastrutture e il digitale". Non solo proprio l'Italia e la Brexit - ha puntualizzato al Boone - sono i due fattori di rischio maggiore per la crescita globale.

Secondo l'Ocse, quello inviato all'Italia è un avvertimento a proseguire con il trend di riforme attuate dal precedente governo, le quali devono proseguire affinché l'Italia "vada avanti sul cammino della crescita".

L'Ocse avverte l'Italia che la sua crescita nel 2018 sarà minore rispetto alle previsioni iniziali, e questo a causa delle "incertezze sulle scelte politiche". I burocrati se ne facciano una ragione.

Italia rischio per l'Ue. "Siamo stati eletti anche per questo e manterremo l'impegno preso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE