Brexit, sindaco Londra: appello per un secondo referendum

Bruno Cirelli
Settembre 21, 2018

Intervistata dal programma "Panorama", la May interviene a proposito della riunione di una cinquantina di deputati Tory che auspica un suo passo indietro. È la richiesta che arriva dal sindaco di Londra, Sadiq Khan, che ha lanciato un appello i cittadini possano votare "su qualsiasi accordo di Brexit raggiunto dal governo, o su una Brexit 'No Deal'", se l'accordo non si raggiunge, ma anche su "l'opzione di rimanere nell'Unione europea".

Secondo Khan, quindi, l'uscita dall'Unione potrebbe giungere in due modi: o senza alcun accordo, oppure, con un cattivo accordo, come scrive lo stesso sindaco sul domenicale Observer, e in ogni caso, si tratterebbe di due patti "incredibilmente rischiosi". Il major ha sottolineato che la premier Theresa May non ha "il mandato per giocare d'azzardo così palesemente con l'economia britannica e la vita della gente". Ma il tempo per negoziare con Bruxelles è davvero esiguo.

Le dichiarazioni di Kahn sono state criticate dal Segretario di Stato all'Ambiente Michael Gove, intervistato da Andrew Marr Show sulla BBC: "Trovo interessante che Kahn voglia in sostanza ignorare il voto di due anni e mezzo fa - ha detto l'esponente dei Conservatori - 17 milioni e mezzo di persone si sono espresse a favore della Brexit e Sadiq dice 'fermiamoci, ritardiamo l'intero processo, gettiamo tutto nel caos'". Il politico britannico di origini pakistane è convinto che "I cittadini non hanno votato per uscire dall'Ue e diventare più poveri, vedere le loro aziende soffrire, avere i reparti dell'Nhs (il servizio sanitario nazionale, ndr) a corto di personale.".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE