Milan, Gattuso: "Nessun alibi, dovremo battagliare. Cutrone non è al 100%"

Rufina Vignone
Settembre 20, 2018

Giochiamo contro il Dudelange e dobbiamo sfruttare il nostro potenziale. In Europa abbiamo sempre preparato la partita a Milanello, fin dallo scorso anno quando ci sono io. "Sembra che stia in spogliatoio con noi da anni", ha spiegato il tecnico milanista.

" I miracoli sportivi ci sono e dobbiamo giocare a calcio". Noi gli attaccanti li coinvolgiamo perché Higuain è quello che tocca più palloni di tutti insieme a Biglia.

Sui giovani, in particolare su Alen Halilovic: "E' convocato, domani vediamo se sarà titolare o meno". Ama questo mestiere, è coerente in quello che dice. Siamo abituati a giocare in stadi più grandi, ma anche giocare in stadi così piccoli ha il suo fascino. Sinani ha un bel sinistro e l'allenatore è preparato, abile ad attaccare la profondità grazie a due punte che non danno mai una palla per persa. Questa squadra sta esprimendo un buon calcio, ma non siamo costanti.

Cosa si aspetta dai nuovi che metterà in campo domani? Mi aspetto certi tipi di movimenti, quelli più vecchi riescono a farli con più naturalezza. Siamo in tanti in rosa. Per la sua età a livello tecnico è interessante, siamo in tanti, compresa la primavera, siamo a 30 giocatori.

Sul turnover, Gattuso: "Sicuramente cambieremo qualcosa". Abbiamo parlato, ma oggi non dobbiamo ripartire dagli errori anche contro Napoli e Roma. Per alcuni è un sogno giocare partite così con la maglia del Milan e noi dobbiamo interpretarla bene e fare il nostro calcio, con rispetto per gli avversari.

A Cutrone dà ancora un po' di fastidio la caviglia e non è al 100% anche se ieri lo abbiamo provato con noi. E' uno dei primi ad arrivare, rispetta le regole e quello che dice si tocca con mano. "C'è grande rispetto e che domani vinca il migliore". "E' coerente, sta ore e ore a Milanello e quando dico che Gigio deve fare copia e incolla, mi riferisco alla passione che ci mette e come si allena all'età che ha". Gli altri sono rimasti a casa perché devono fare un lavoro sulla velocità. Musacchio è stato fermo due giorni. "Va messa da parte la paura e c'è gente che può fare molto bene con questa maglia". E' una scelta mia, abbiamo poco tempo e preparare la partita con gente che si nasconde ovunque per guardare, è difficile. Sta dimostrando di avere talento. "Ci sono giocatori giovani che possono fare grandi cose". "Dobbiamo muoverci da squadra e sapere cosa dobbiamo fare".

Gattuso, sulla carta il Dudelange difficilmente può impensierirvi. "Affrontiamo una squadra che esordisce in Europa League, dobbiamo stare attenti e non sottovalutarli". Ci sono in palio tre punti importanti. "L'attaccante vive per i gol, si è sbloccato e domani ha altri 90' per fare ancora gol", ha notato l'allenatore, invitando a non sottovalutare l'avversario: "Gioca per la prima volta in Europa, sulla carta abbiamo molto più di loro ma bisogna affrontarlo con attenzione e grandissimo impegno". "Il nostro obiettivo è passare il turno, dai sedicesimi in poi si vedranno le ambizioni".

Anche la scorsa settimana in allenamento tanti di questi ragazzi mi avevano messo in grande difficoltà perché si allenano con entusiasmo. Pepe giocherà, ci sta dando tantissimo e non solo a livello calcistico. "Non dobbiamo più regalare venti o trenta minuti a nessuno".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE