Non è chiarissimo cosa pensi Di Maio del condono fiscale

Paterniano Del Favero
Settembre 19, 2018

Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico e del lavoro, Luigi Di Maio, a margine dell'esposizione internazionale delle calzature, rispondendo I giornalisti sulla pace fiscale.

Quella della pace fiscale, seppur tanto desiderata dai cittadini più in difficoltà, non è qualcosa che gli economisti italiani vedono utile per risollevare l'Italia. "Abbiamo visto in passato anche con i governi Renzi e altri fare degli scudi fiscali che hanno costituito un deterrente a comportarsi bene, e a far pensare che una via di uscita c'è sempre per l'evasione".

"Ci sono dei pensionati minimi che in questo momento prendono 400 euro di pensione - spiega il vicepremier - A quei pensionati minimi noi stiamo dicendo: tutti coloro che vivono sotto la soglia di povertà, e prendono la pensione, devono avere almeno 780 euro al mese". "La pensione di cittadinanza fa parte del contratto di governo", ha aggiunto il leader pentastellato. "La riforma delle pensioni, e quindi superare la Fornero, significa svecchiare la pubblica amministrazione mettendo nuove energie nella macchina della pubblica amministrazione quindi la riforma delle pensioni è al centro", ha concluso Di Maio. Qualcuno ha il coraggio di opporsi a questa cosa? se lo prenda.

"Abbiamo delle priorità", che non sono solo "il reddito di cittadinanza", ma anche tagliare "gli sprechi". "Qui bisogna mantenere le promesse" o "è inutile che stiamo al governo". Come se alla resa dei conti, entrambe le fazioni in campo tirassero fuori la vera maschera.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE