Il primo treno a idrogeno è realtà

Paterniano Del Favero
Settembre 19, 2018

Terminata la fase di test iniziata lo scorso maggio il Corandia iLint realizzato da Alstom, il primo treno completamente alimentato a idrogeno, è effettivamente entrato in servizio in Germania sulle prime due tratte tra Cuxhaven e Buxtehude, nel Nord del Paese, appena a ovest di Amburgo.

I treni a idrogeno sono dotati di celle a combustibile, che producono elettricità attraverso una combinazione di idrogeno e ossigeno; un processo che lascia vapore e acqua come uniche emissioni. Il convoglio doemenica ha fatto il suo primo ingresso in stazione a Bremervörde, in Bassa Sassonia, atteso dai numerosi ospiti e rappresentanti della stampa provenienti dalla Germania e dall'estero. Per conto di LNVG, i treni Coradia iLint entreranno in funzione sui quasi 100 km della linea che collega Cuxhaven, Bremerhaven, Bremervörde e Buxtehude, sostituendo l'esistente flotta diesel di EVB. Una batteria al litio, inoltre, assicura funzionamento e stoccaggio dell'energia.

Il treno raggiunge i 140 chilometri orari, ha un'autonomia di circa mille chilometri ed è estremamente silenzioso.

Alstom scommette sulla tecnologia come un'alternativa più ecologica e più silenziosa al diesel su linee ferroviarie non elettrificate: un'attraente prospettiva per molte città tedesche che lottano per combattere l'inquinamento atmosferico.

La Germania fa da apripista in Europa, ma non è l'unico paese a investire nei treni a idrogeno: stando ad Alstom, seguiranno l'esempio Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca, Norvegia, Italia e Canada. Dal 2021, Alstom fornirà le ferrovie locali di altri 14 esemplari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE