Colonnine di ricarica: al via il mega piano dell'ER

Paterniano Del Favero
Settembre 17, 2018

Immaginate di essere proprietari di un veicolo elettrico, a prescindere che si tratti di automobile o scooter, e di restare improvvisamente "a secco" con la batteria scarica, ma nelle vicinanze non sono presenti colonnine di ricarica. I "van" di E-GAP sono, infatti, veri e propri centri di ricarica mobile veloce. Per questo viene d'aiuto il servizio di ricarica auto elettriche in mobilità di E-GAP che si distingue per essere rapido (ricarica fast charge), effettuabile in mobilità, ossia ovunque si trovi il veicolo da ricaricare, e a richiesta, prenotabile tramite App (Android e iOS) e Web (tel +39 06-91658226). Nasce in vista di una futura (e auspicata) crescita del mercato dell'auto elettrica in Italia, sostenuta dai dati delle immatricolazioni di luglio 2018 (+47% per le ibride e +340% per le elettriche rispetto all'anno precedente).

2mila nuove colonnine per la ricarica di auto elettriche da installare entro il 2020 nelle principali città dell'Emilia-Romagna.

È Milano la città scelta per avviare l'intero progetto europeo.

Il servizio partirà da Milano ma nel 2019 sarà esteso man mano ad altre grandi città europee, che l'azienda ha scelto in base all'indice di crescita della diffusione delle auto elettriche, tra cui Roma, Berlino, Parigi, Mosca, Londra, Madrid, Stoccarda, Amsterdam e Utrecht. I furgoncini di e-gap vantano inoltre la duplice finalità di promotori "concreti" di mobilità sostenibile e di strumenti di comunicazione per attuare strategie di green marketing, grazie alla possibilità di ospitare advertising e co-branding da diffondere percorrendo le strade cittadine.

La startup, la prima del suo genere in Europa, è stata presentata ieri all'Unicredit Pavillion di Milano e nasce dall'esperienza di tre soci con competenze eterogenee: Eugenio de Blasio, tra i pionieri del settore della Green Economy grazie al suo impegno in Assorinnovabili e Assosolare, Daniele Camponeschi, ex direttore degli investimenti di Independent Power Producers e Alessandro Di Michele, ex direttore finanziario di Borsa Italiana. "Per realizzare questo progetto dalla portata internazionale ci siamo calati nella fase di cambiamento, tecnologico, culturale e sociale in cui viviamo oggi e abbiamo immaginato come vivremo domani. Partiamo da Milano come progetto pilota, città all'avanguardia del cambiamento e dello sviluppo sostenibile, per presentarci in breve tempo in diverse città europee, adeguando i nostri servizi nelle singole realtà e in ogni contesto di mercato in cui opereremo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE