Usa: esplosioni gas, 1 morto e 16 feriti

Bruno Cirelli
Settembre 14, 2018

Le deflagrazioni sarebbero state causate da un problema di sovrapressurizzazione delle condotte del gas.

Almeno una persona è morta e altre 16 sono rimaste ferite a causa di una serie di esplosioni di gas che hanno scosso le città a nord di Boston, nello Stato del Massachusetts negli Stati Uniti, nella notte tra il 13 e il 14 settembre. Il ragazzo stava viaggiando nella sua automobile quando un comignolo l'ha centrata in pieno.

La polizia locale ha riferito che ci sono stati diversi "incendi ed esplosioni" che hanno interessato più di dieci abitazioni. Il giovane è stato trasportato d'urgenza al Massachusetts General Hospital, dove è morto poco dopo. "Sono 39 anni che lavoro al servizio antincendio e non ho mai visto nulla di simile in tutta la mia carriera - ha spiegato sconvolto - Sembrava un Armageddon, davvero".

Un residente a Lawrence ha raccontato per esempio alla CNN come la sua caldaia abbia preso improvvisamente fuoco mentre, pochi minuti dopo, ha udito un enorme boato provenire dalla casa del suo vicino.

Le scuole locali sono state adibite per accogliere gli sfollati e quasi 18mila persone inoltre sono rimaste senza corrente. "Le linee di gas sono attualmente depressurizzate dalla compagnia, ci vorrà del tempo", ha dichiarato la polizia in un tweet.

Tutti gli uffici statali saranno chiusi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE