Ponte Morandi, Toti: derogare il Codice Appalti, per completare in un anno

Paterniano Del Favero
Settembre 14, 2018

Genova - Cresce l'attesa per il cosiddetto "Decreto Genova" che potrebbe essere portato in consiglio dei Ministri già oggi. E se, come probabile, sarà nominata un'altra figura come commissario alla ricostruzione - infatti è cosa sana che siano soggetti diversi, in modo anche da potersi confrontare e controllare a vicenda - Toti, da presidente di Regione dovrà semplicemente fare il presidente di Regione, e lavorare per il bene della popolazione ligure senza anatemi risentiti.

La viabilità a Genova su Polcevera e ferrovie è zona rossa, interdetta alla circolazione e alle persone, fermi i lavori di riparazione dei binari, lo ha specificato il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti intervenuto a "Primo canale". "L'unica stella polare dev'essere ricostruire il ponte".

"Se per un adulto è complesso abbandonare le proprie cose e abituarsi a nuovi ambienti, figuriamoci con un bambino, per giunta già traumatizzato", sottolineano ancora gli specialisti che hanno avuto a che fare con la bimba. Toti ha fatto alcune osservazioni che sono state ascoltate dal presidente Conte. A me non interessa che partecipi al 20% all'1% o metta solo i vasi nelle fioriere a cantiere chiuso. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. L'azienda più indiziata è Fincantieri, al fianco della quale "probabilmente ci sarà anche Italferr che è una società eccellente nell'emisfero delle Ferrovie dello Stato e che da decenni fa attività di costruzione ponti".

All'uscita del vicepremier ha replicato Toti: "Più che brutte sorprese per Autostrade vorrei belle sorprese per i cittadini di Genova, per la Liguria e per il sistema di imprese del Nord Ovest che del porto di Genova si servono". A rallentare l'esame, le divergenze tra le due anime del Governo sul capoluogo ligure e sulle misure da prendere dopo il crollo del Ponte Morandi. "Troppo. Solo con il passare delle ore i suoi genitori hann capito che c'era qualcosa che non andava", riferiscono gli psicologi intervistati da Repubblica. "Ad eseguire i lavori sarà chiamata Fincantieri, che opererà in collaborazione con Autostrade per l'Italia": proprio su questo punto però sorge il pomo della discordia con il Governo, quantomeno con il lato grillino visto che la Lega in più occasioni si è detta molto più "cauta" sullo scontro muro contro muro con Aspi. E sul governo "gialloverde": "Vedrà che le velleità di certe dichiarazioni non reggeranno alla prova dei fatti: vale per l'Ilva, dove alla fine si è siglato l'accordo con Mittal, e vale per Genova, dove al tavolo per ricostruire il ponte si devono sedere tutti, anche Autostrade, nonostante i suoi torti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE