Manovra, Tria: "Sì al taglio dell'Irpef"

Paterniano Del Favero
Settembre 14, 2018

"La flat fax va finanziata con le tax expenditures, si tratta di un processo complesso e richiede tempo". Quanto al reddito di cittadinanza, ha chiarito Tria, "il problema è come lo si disegna", perchè "aiuta la crescita se è disegnato bene". "Contrasti non ci sono".

Intervenendo alla Summer School di Confartigianato, il ministro dell'Economia Giovanni Tria si è detto assolutamente favorevole al taglio dell'Irpef già a partire dalla prossima legge di Bilancio, a patto però che sia graduale.

Dallo stesso palco ha parlato anche il viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia, che ha presentato alcuni dei provvedimenti ipotizzati dalla Lega per rilanciare l'economia e le aziende: "Si pensa ad introdurre una dual tax Ires, al 24% per quello che tiri fuori e al 15% strutturale su quello che resta dentro l'azienda".

Praticamente, si devono "trovare spazi in modo molto graduale per una partenza di un primo accorpamento delle aliquote e una riduzione per i redditi familiari".

Il Ministro non ha rinunciato ancora una volta a rassicurare sulla riduzione del rapporto rapporto debito-PIL. "L'importante e' non avere un peggioramento strutturale del bilancio ma anzi un leggero miglioramento", ha aggiunto il ministro.

E alla domanda se ci siano contrasto in seno al Governo, il ministro zittisce i presenti.

Sul reddito di cittadinanza "il problema è che venga declinato in modo coerente".

Sulla Cassa Depositi e prestiti, Tria ha precisato: "La Cdp non so se deve diventare una nuova Iri ma non deve essere una nuova Gepi (Gestione Partecipazioni Industriali), con un intervento in imprese più o meno decotte". Sarebbe fattibile, "ma poi sono scelte politiche". "È in un certo senso il nostro fondo sovrano ma staccato dalla pubblica amministrazione". Tria si esprime poi in favore delle grandi opere infrastrutturali come la Torino-Lione e il gasdotto trans-Adriatico, noto con l'acrononimo Tap. Una riunione di circa due ore definita "positiva e costruttiva" in cui Matteo Salvini ha chiamato a raccolta i responsabili e gli esperti economici per fare il punto sulle misure allo studio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE