Il bimbo che non può andare a scuola per colpa dei no-vax

Barsaba Taglieri
Settembre 12, 2018

Un bambino veneto di 8 anni ha vinto la sua battaglia contro la leucemia, rischia di perdere quella contro l'ignoranza: nella sua classe ci sono 5 bimbi non vaccinati e quindi non può andare a scuola, perché evidentemente immunodepresso e più esposto alle malattie altrui. La vicenda è stata riferita da Oriana Maschio, un medico di Castelfranco Veneto, in provincia di Treviso, con un post su Facebook condiviso in rete da decine di utenti.

IL POST SU FACEBOOK DELLA DOTTORESSA "Sono stordita".

"La storia è vera - ha poi confermato Maschio all'Ansa - l'ho saputa da una mia collega".

In astratto, se in tutte le altre classi ci fossero bambini non vaccinati, il bambino dovrebbe andare all'estero "a cercare una classe di bambini vaccinati raggiungendo un altro paese", ipotizza la Maschio, dottoressa e scrittrice. "Ma dico, siamo in un paese civile?". Secondo la dottoressa trevigiana "il fatto è paradigmatico, e sono indignata per queste opinioni che circolano, sproloqui non basati sull'evidenza scientifica, sfruttati da certi politici, e non possiamo più dare spazio all'idiozia".

"Questo è un caso che ancora non ci siamo trovati ad affrontare concretamente - chiarisce il direttore generale Usl Francesco Benazzi con il Gazzettino, che oggi ha parlato della vicenda in un articolo a firma di Maria Chiara Pellizzari - Effettivamente è una situazione che può porsi per un bambino che abbia superato una leucemia o per altri bambini immunodepressi: è opportuno che non frequentino bambini non vaccinati".

Il motivo? Alcuni di loro non sono vaccinati. Cosa fare? "Noi dobbiamo rispettare la normativa nazionale, non possiamo escludere i bambini non vaccinati dalle elementari". Il bambino adesso sta bene, ma la sua vita non può ancora scorrere regolarmente.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE