Eros Ramazzotti: "Cristiano Ronaldo? Criticarlo è demenziale"

Ausiliatrice Cristiano
Settembre 12, 2018

Il Movimento 5 Stelle ha rilanciato queste dichiarazioni sulla propria pagina Facebook, ringraziando gli artisti "che non hanno paura di metterci la faccia". E oggi, nonostante gli oltre 35 anni trascorsi sui palchi di mezzo mondo e una celebrità che non conosce confini, Eros Ramazzotti non ha dimenticato le sue origini o il suo sogno "di un mondo diverso", ma con un realismo che ben si addice ad un uomo ormai con le idee chiare sulla vita ma anche sulla politica. Ci vuole tempo per cambiare e migliorare l'Italia: "parliamo di decenni, non di un anno o due", confessa il cantante di Cinecittà, che continua con una considerazione sul vicepremier Matteo Salvini, che, da figlio di comunista - come ricorda lui - forse non ci si aspetterebbe. Il leader leghista, spiega Ramazzotti, vanta almeno un pregio: "Smaschera l'ipocrisia generale". "È un disco che considero un nuovo inizio". Alla vigilia del lancio del suo quindicesimo album "Vita ce n'è", in vendita dal prossimo 23 novembre, il cantautore romano ripercorre la sua carriera e si interroga sull'opportunità di continuare a fare musica.

Nell'intervista Ramazzotti ha anche parlato di Cristiano Ronaldo, affermando che "fa girare il denaro, crea un indotto, scuote il mercato, dà lavoro a tanta gente".

"Era utopia e lo scoprì sulla sua pelle". Criticarlo è demenziale. Con i social adesso si dà addosso a chiunque, ma aggredire chi procura introiti è autolesionista.

"L'hanno fatto anche con me - ha aggiunto - e posso dire che anche io come Ronaldo muovo una piccola economia che fa bene a qualcuno". Anzi. "Vasco Rossi non si discute, si ama", scrisse una volta su Instagram. "Cazzeggiavano tutti. Io stavo in disparte e pensavo che la mia vita dovesse essere comunque un'altra roba", racconta.

"Mio padre era comunista - ha detto Ramazzotti - e credeva che ognuno avesse diritto a un pezzo di terra".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE