"Sospesa fiction su Riace", è polemica

Ausiliatrice Cristiano
Settembre 11, 2018

Scrive l'attore: "Non è la prima volta che una mia #fiction viene bloccata, anni fa le #foibe, il governo di allora non gradì, poi la storia di #graziellacampagna, l'allora Min. della Giustizia si indignò, ora #Riace, bloccata perché narra una realtà e nessuno/a dei miei colleghi si fa sentire".

Beppe Fiorello si sfoga con un tweet e punta il dito contro la Rai, accusando l'azienda di aver censurato la sua fiction su Riace, Tutto il mondo è paese.

LA RISPOSTA DEL SINDACO La risposta del sindaco Lucano arriva dopo pochi minuti: "In merito alla vicenda giudiziaria che mi vede coinvolto, quello che posso dire è che sono assolutamente rispettoso delle decisioni che saranno prese dalla magistratura".

La fiction, dice Viale Mazzini, "è stata semplicemente sospesa" in attesa delle decisioni della magistratura sulla vicenda di Lucano, indagato dalla "Procura di Locri per presunti reati collegati alla gestione del sistema di accoglienza".

"Tutto il mondo è paese", fiction diretta da Giulio Manfredonia per Picomedia, Ibla Film e Rai Fiction, è ispirata al modello di accoglienza e integrazione della cittadina di Riace e al suo sindaco Domenico Lucano.

"Tutto il mondo è paese" è una fiction che racconta di come Riace si sia rialzata grazie all'aiuto dei migranti regolari. "Non appena la magistratura comunicherà le sue decisioni finali in merito all'indagine, il servizio pubblico adotterà i provvedimenti conseguenti".

In effetti non è la prima volta che una sua fiction viene tolta dalla programmazione della Rai.Il cuore nel pozzo andò in onda su Rai 1 il 6 e 7 febbraio 2005 con il forte appoggio dei Alleanza Nazionale, che allora era al governo con Berlusconi, e non mancarono le polemiche. In questa occasione l'allora ministro della giustizia, Clemente Mastella decise di bloccare la fiction e venne trasmessa invece che nel 2007, nel 2009. Il progetto, per ora, rimane in stand-by e sono molti gli attestati di stima e solidarietà rivolti a Fiorello, che nei giorni scorsi ha parlato di "denuncia che rischia di trasformarsi in censura".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE