Salvini: nessun golpe giudiziario, giudici facciano in fretta

Bruno Cirelli
Settembre 11, 2018

Matteo Salvini torna sull'indagine aperta dalla Procura di Palermo a suo carico e decide di stemperare i toni. "Rispetto il lavoro di tutti". L'abuso d'ufficio sarebbe invece caduto in quanto reato residuale, mentre l'omissione d'atti d'ufficio sarebbe stata considerata il mezzo per realizzare il sequestro. "Si tratta di espressioni che, anche per le modalità con le quali sono state rese, risultano lesive del prestigio e dell'indipendenza dell'ordine giudiziario e si pongono in contrasto con il doveroso rispetto delle prerogative che si deve a ciascuno dei poteri dello Stato". Mi dicono che rischio fino a 15 anni.

"Sui 100 immigrati che avrei sequestrato - ha proseguitpo - pare che 75 siano spariti". 'Finalmente, diranno, lo hanno preso questo assassino'. Alla fine, "forte preoccupazione" per il contenuto delle dichiarazioni di Salvini, viene espressa dal vicepresidente del Csm Giovanni Legnini. E dimenticare - spiega - la triste parabola socialista.

Duro attacco del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede contro Matteo Salvini. Queste le parole dell'Associazione Nazionale Magistrati in una nota. "E magari mi assolvono" è il commento a caldo di Salvini. I magistrati del capoluogo hanno inviato oggi il fascicolo dell'inchiesta sul titolare del Viminale al tribunale dei ministri di Palermo, competente visto il coinvolgimento di un componente dell'esecutivo, chiedendo ai giudici di effettuare una serie di indagini. A me va bene dire che un magistrato sta sbagliando ma è sbagliato dire che lo fa perché è di destra o di sinistra. Non credo che Salvini abbia nostalgia di quando la Lega governava con Berlusconi. "Sapete quando ne sono arrivati, di migranti dalla Libia, dopo l'affare Diciotti?". E di questo siamo contenti.

Il ministro racconta che ormai da tre mesi sta lavorando per raggiungere questo obiettivo e sta tentando di accordarsi con vari paesi, con alcuni le trattative sono più avanzate come con la Nigeria, il Bangladesh, la Costa d'Avorio, con altri non è così facile. Il leader politico di M5S avrebbe manifestato al segretario del Carroccio tutte le sue perplessità sullo sfogo nei confronti della magistratura.

Il ministro, successivamente, si è lanciato in accuse ancora più gravi nei confronti della magistratura: "Qualcuno ha voglia di fermare Salvini, la Lega e la voglia di il cambiamento del popolo italiano".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE