Nave Diciotti, Salvini indagato per sequestro di persona aggravato

Bruno Cirelli
Settembre 10, 2018

Ma, proprio dal punto di vista politico, è un fatto che la vicenda dei fondi della Lega e quella dell'avviso di garanzia per la Diciotti riavvicini Salvini al suo tradizionale alleato, Silvio Berlusconi, allontanandolo da un Movimento che l'ex Cavaliere ha sempre bollato come giustizialista e, per questo, pericoloso. "Rispetto il lavoro di tutti, non mi tolgono il sonno e vado avanti a lavorare per fare quello che gli italiani mi chiedono". "Se espelliamo ogni settimana tra tunisini, nigeriani ed altri cento, ci mettiamo ottant'anni a recuperare i cinque sei, settecento mila immigrati entrati negli ultimi anni", ha detto intervistato da Rtl.

Al fascicolo trasmesso al tribunale dei ministri è allegata una relazione firmata dal capo dei pm di palermo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Marzia Sabella.

"Il ministro dell'Interno, che ha ancora smussato i toni della sua polemica con i magistrati siciliani che lo hanno indagato (" Non ce l'ho con i magistrati ma che ci sia qualcuno con evidenti simpatie politiche non è il mistero di Fatima") si è spinto fino a proporre l'abolizione dell'obbligatorietà dell'azione penale. L'unico reato contestato rimane invece il sequestro di persona aggravato, mentre Piantedosi non risulta indagato. A fronte dell'accoglienza che è stata loro garantita hanno risposto sparendo, non si sono fatti identificare. Io vorrei sapere dai Saviano, Renzi, Gad Lerner, Santoro cosa ne pensano. I magistrati palermitani hanno modificato le contestazioni ipotizzate dalla Procura di Agrigento che, per prima, aveva aperto l'indagine contestando a Salvini e al capo di Gabinetto del Viminale, Matteo Piantedosi i reati di sequestro di persona, sequestro di persona a scopo di coazione, arresto illegale, abuso d'ufficio e omissione d'atti d'ufficio. "Come al solito mi tira in ballo e cerca di fare la vittima ma l'idea che chi è stato eletto parlamentare o siede al Governo possa violare tranquillamente la legge è aberrante".

Alta tensione tra il ministro degli Interni, Matteo Salvini, e i giudici.

La nota dell Procura di Palermo.

.

La competenza a svolgere le indagini appartiene al cosiddetto tribunale dei ministri. 81 e 605, commi 1, 2n.

Le dichiarazioni di oggi del Ministro dell'Interno, intervenute dopo la notifica degli atti da parte della Procura di Palermo in merito alla vicenda della nave Diciotti, rappresentano un chiaro stravolgimento dei principi costituzionali - afferma l'Anm in una nota -, che assegnano alla magistratura il compito e il dovere di svolgere indagini ed accertamenti nei confronti di tutti, anche nei confronti di chi è titolare di cariche elettive o istituzionali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE