Mancini riparte da Chiesa: "Italia, non penso alle critiche"

Rufina Vignone
Settembre 10, 2018

Santos, che dopo l'eliminazione agli ottavi in Russia sogna una nuova impresa a Euro2020 ("dobbiamo difendere il titolo, vogliamo arrivare alla fase finale degli Europei"), ha analizzato bene la gara di Bologna degli azzurri: "Caratteristica italiana e' difendersi, prendere palla e cercare il contropiede, ma nella ripresa con la Polonia ha cambiato, ha concesso poco". Infine Mancini ha difeso anche la sua scelta di giocare con un centrocampo a 3: "Io non sono così negativo come molti di voi hanno scritto e visto la partita, non penso così negativamente".

SENZA CR7 - Domani a Lisbona non sarà facile con il Portogallo, anche se manca Cristiano Ronaldo: "Il Portogallo è campione d'Europa uscente, con Ronaldo è più forte ma anche senza ha giocatori dalla qualità tecnica molto elevata. Non è una grande preoccupazione". Quella era un'amichevole, in questa ci sono i tre punti in palio. "Speriamo di trovarla in fretta".

LA PARTITA CON LA POLONIA: "Nel primo tempo abbiamo sbagliato qualcosa sui passaggi e sul gol subito". La partita sarà trasmessa in diretta e in esclusiva dalla Rai, che manderà in onda l'incontro su Rai 1 e Rai 1 HD con la telecronaca di Alberto Rimedio e il commento tecnico di Antonio Di Gennaro, che ha ricoperto questo ruolo per la nazionale per la prima volta venerdì scorso. Non c'è Ronaldo ma Bruma che ho avuto al Galatasaray. "Ci vorrà un po' di tempo", ha concluso. C'è un viaggio di mezzo, non siamo al massimo della condizione. Ognuno fa quello che vuole, ma ci sono italiani bravi che meritano di giocare. Al suo posto si giocano una maglia Belotti (favorito) e Immobile. "Ho chiamato anche ragazzi che non hanno giocato in Under21 proprio per conoscerli". L'affiatamento è importante solo per aiutare i compagni che stanno vicino a te, che siano due o uno. Perché, gli avversari quanti ne hanno fatti? - ha continuato il ct - se uno va a guardare la statistica deve anche vedere i tiri loro. È migliorato con l'andare dei minuti. Poi quando attacchiamo dobbiamo avere più attaccanti in area di rigore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE