Fisco in autunno ondata di lettere. Perché è attesa

Paterniano Del Favero
Settembre 9, 2018

L'estate può dirsi ormai conclusa e con essa il tradizionale periodo di moratoria concesso, ogni anno, dall'amministrazione finanziaria ai contribuenti italiani.

A partire da settembre 2018 saranno inviate le comunicazioni relative, invece, ad anomalie riscontrate sulla dichiarazione IVA presentata sulla base dei dati dello spesometro (per l'anno di imposta 2016) e dei dati delle fatture comunicati ai sensi del d.l. n. 193 del 2016 (per l'anno d'imposta 2017).

Le lettere nascono dall'incrocio tempestivo dei dati che confluiscono nel sistema dell'Anagrafe tributaria, con l'obiettivo di favorire l'emersione dell'effettiva capacità contributiva già al momento dell'adempimento tributario e non a seguito dell'attività ordinaria di controllo. Le lettere che giungeranno, infatti, sono ancora degli alert bonari.

In aumento anche i proventi da altre attività di gioco, a 175 milioni (+21,5%). A riceverle sono i contribuenti per le mancate comunicazioni Iva 2016 e 2017.

A dare conto di questa nuova campagna dell'Agenzia delle Entrate è stato l'ormai ex Direttore Ernesto Maria Ruffini che, nel bilancio di fine mandato, ha evidenziato che è stato predisposto l'invio in tre tranche di circa 380 mila lettere di compliance nei confronti di contribuenti appartenenti a varie categorie i quali non hanno presentato dichiarazioni relative all'anno di imposta 2014. Successivamente verranno inviate le comunicazioni per l'anno di imposta 2017. A questo punto però, considerando ciò che prevede l'articolo 21-bis del DL 78/2010 - ovvero che le scadenze delle Lipe siano le stesse dello spesometro - allora anche la scadenza delle Lipe è da considerarsi al prossimo 1° ottobre.

Mettono a disposizione elementi e informazioni che consentono al contribuente di porre rimedio a errori od omissioni mediante il ravvedimento operoso con sanzioni ridotte, e generalmente con effetti positivi in termini di gettito fiscale, riducendo l'invasività dei controlli nei confronti dei soggetti a basso rischio e incentivando l'adempimento spontaneo. Sia aumentando l'attività degli uffici territoriali sia accrescendo l'attività di assistenza telefonica e quella dei Centri multicanale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE