Vaccini, nuovo emendamento al milleproroghe: "Autocertificazione valida anche quest'anno"

Barsaba Taglieri
Settembre 7, 2018

Il ripensamento viene messo nero su bianco in un nuovo emendamento al decreto Milleproroghe che annulla quello approvato in estate al Senato con il quale si prevedeva che fosse sufficiente un'autocertificazione per l'accesso a scuola. Se approvato in via definitiva, il provvedimento avrebbe, di fatto, reso inefficace l'applicazione della Legge Lorenzin sull'obbligo vaccinale, prorogando di un anno il divieto di iscrizione ai nidi e alle materne per i bambini non vaccinati.

Sul tema è intervenuto anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Si tratta di una scelta saggia". Durante un'ispezione dei Nas di Padova nei nidi di Vicenza e in seguito ad una verifica dei registri vaccinali negli uffici dell'USL è emerso che i due bambino non solo non erano stati vaccinati ma che i genitori non avevano nemmeno prenotato un appuntamento presso il centro vaccinale.

Intanto, protesta l'associazione nazionale presidi. E' quanto si legge nella proposta di parere di Vittoria Baldino, relatrice M5S del decreto Milleproroghe. "Siamo pienamente soddisfatti per la soppressione del comma 3-octie dell'articolo 6" dice Giannelli. L'obiettivo è anche quello di individuare eventuali casi di falsificazione della documentazione, sia che si tratti di autocertificazioni sia di certificati da parte delle Asl di competenza. Pertanto, considerando l'inammissibilità dell'autocertificazione, la confusione generata dalla circolare che si pone in contrasto con la normativa vigente e con l'emendamento Baldino-Bompane, l'ANP e la SIP, esprimendo il loro pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Parlamento, chiedono al ministro Bussetti ed al ministro Grillo il ritiro della circolare.

La Lega e il Movimento 5 Stelle hanno depositato questa mattina un nuovo emendamento al cosiddetto "decreto milleproroghe" in discussione alla Camera, che ha lo scopo di prorogare all'anno scolastico 2018-2019 il regime di autocertificazione vaccinale necessario a iscrivere i bambini all'asilo e a scuola e introdotto dal decreto Lorenzin. L'attività, nata da un'idea condivisa con il ministero della Salute, è partita in coincidenza della riapertura degli asili e delle materne ma riguarda anche alcuni istituti comprensivi, dove le lezioni non sono ancora ripartite ma i documenti relativi all'assolvimento degli obblighi vaccinali sono già stati presentati. I risultati dei controlli effettuati verranno comunicati con ogni probabilità già in giornata ai Nas di Roma, dopodiché avrà inizio il controllo della documentazione incrociando i dati raccolti in scuole e Asl.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE