Chi è Monsignor Viganò, l'arcivescovo che ha accusato Papa Francesco

Bruno Cirelli
Settembre 2, 2018

Nella telefonata Viganò sostiene di non essere affatto mosso da risentimento e di aver rinunciato di sua iniziativa al cardinalato, che gli sarebbe stato offerto da Benedetto XVI (il Papa che lo spostò dal Governatorato alla nunziatura di Washington, provocando la sua protesta). Infine rivolto ai giornalisti ha concluso: "Perché non chiedono che fine ha fatto la cassa di documenti che, l'abbiamo visto tutti, fu consegnata a Castelgandolfo da papa Benedetto a papa Francesco?". Un tassello buio dice che in Vaticano arrivarono alcune e-mail anonime, in cui si affermava che Viganò stava promuovendo in modo inappropriato, la carriera di suo nipote.

Durante il suo volo di ritorno da Dublino - riferisce SkyTg24 - il Papa ha commentato le accuse mossegli da Viganò. Il signor Tosatti ha inviato la lettera al National Catholic Register, che è di proprietà di una compagnia che gestisce diverse piattaforme cattoliche conservatrici, spesso critiche nei confronti di Francesco. Papa Francesco ha anche confermato che "quando sarà passato un po' di tempo" e i giornalisti avranno "tratto le conclusioni" forse parlerà del caso. Secondo il nunzio, Francesco non avrebbe ascoltato le denunce perché McCarrick aveva favorito, dall'esterno, la sua elezione al Conclave. Il pontefice argentino ha cercato di arginare, in Irlanda, la rabbia contro la Chiesa per i casi di pedofilia.

"Quando l'omosessualità si manifesta da bambino ci sono tante cose da fare, anche con la psichiatria".

Alimentati da una esplosione di blog di destra in cui le polemiche sull'omosessualità nella Chiesa la fanno da padrone, i cattolici conservatori americani, in linea con la presidenza Donald Trump, sono tra i più feroci oppositori dell'agenda Bergoglio di cui contestano le politiche pro-migranti e sul cambiamento climatico. Uno dei cardinali citati nella lettera, l'arcivescovo di Chicago, mons. In realtà non vi sono prove delle affermazioni di Viganò, e proprio Papa Francesco aveva sanzionato duramente e ridotto allo stato laicale McCarrick, accusato di molestie sessuali e di aver avuto rapporti omosessuali con minori.

Sulla base dei contenuti e delle indicazioni del convegno sullo "sport al servizio dell'umanità" svoltosi in Vaticano nel 2016, il seminario di Rio "ha presentato anche le testimonianze di molti campioni brasiliani che hanno creato associazioni e fondazioni per promuovere solidarietà ed educazione attraverso lo sport".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE