Vespa Elettrica: a settembre inizia la produzione

Paterniano Del Favero
Agosto 28, 2018

La tanto attesa declinazione elettrica dello scooter più famoso e amato al mondo nascerà nello stabilimento di Pontedera, in provincia di Pisa, lo stesso dove Vespa nacque nella primavera del 1946 e che oggi rappresenta una delle avanguardie tecnologiche mondiali per la progettazione, lo sviluppo e la produzione di soluzioni avanzate di mobilità.

I primi esemplari saranno già prenotabili a inizio ottobre, solamente online attraverso un sito dedicato, con formule di finanziamento all inclusive che si affiancheranno ai tradizionali sistemi di acquisto. La piena commercializzazione verrà raggiunta a novembre, in concomitanza col salone di Milano Eicma 2018cominciando dall'Europa per poi essere estesa negli Stati Uniti e in Asia a partire da inizio 2019. Il prezzo non è ancora stato annunciato, ma Piaggio anticipa che sarà allineato alla fascia alta della gamma Vespa. La Piaggio è ai nastri di partenza per l'inizio della produzione del modello di Vespa più tecnologicamente avanzato e moderno di sempre, e durante il mese di settembre 2018 sarà al lavoro per completare i primi esemplari, ordinabili in Italia dal successivo mese di ottobre.

Forse ai vespisti duri e puri questa novità non piacerà: il momento della Vespa elettrica è arrivato per davvero. Capace di erogare una potenza continua di 2 kW e di 4 kW come potenza massima, promette prestazioni da 50 cc.

L'autonomia dichiarata è di 100 km e questo è possibile sia grazie all'impiego di una batteria agli Ioni di Litio (1000 cicli pari a circa 50/70mila km), che un sistema di recupero dell'energia cinetica (KERS - Kinetic energy recovery system) programmato per entrare in funzione in fase di frenata. La versione X aumenterà l'autonomia fino a 200km grazie al supporto del generatore di corrente a benzina (avrà bordini gialli, vedi foto).

LO STILE E LA TECNOLOGIA - Vespa Elettrica vuole porsi come icona della tecnologia italiana nel mondo, coniugando lo stile all'innovazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE