Anziano ricoverato al S.Luca per 'Febbre del Nilo'

Barsaba Taglieri
Agosto 28, 2018

A Inveruno (Milano) è stato invece colpito dal virus un 80enne, ora ricoverato a Legnano.

La febbre del Nilo nel nostro Paese ha già causato circa dieci vittime, con un'incidenza maggiore soprattutto negli anziani. I medici dell'ospedale lucchese hanno quindi sottoposto il paziente ad esami approfonditi, che hanno permesso di diagnosticare in maniera certa la patologia.

"Le sue condizioni - ha detto il direttore delle malattie infettive Sauro Luchi - sono in lieve miglioramento, considerata anche l " età avanzata dell " uomo, tenuto sotto stretta osservazione". A morire è stata un'operaia 77enne che sembra aver contratto il virus mentre si trovava nella sua casa del Mantovano. Il primo caso riguarda un uomo di 63 anni, residente a Milano e ricoverato presso il Policlinico. Il quadro clinico di uno dei due si era complicato per l'insorgere di gravi difficoltà respiratorie e di un'encefalite.

"La Regione Lombardia - si legge in un post su Facebook del governatore Attilio Fontana - ha messo in campo tutte le procedure previste per la sorveglianza e la prevenzione della diffusione del virus West Nile, invitando i comuni ad azioni di contenimento delle zanzare". Sono infatti le punture di zanzare a rappresentare il principale canale di trasmissione della malattia. Un anno da record per la diffusione della Febbre del Nilo, in Italia, il cui picco secondo gli esperti arriverà nei prossimi giorni in coincidenza con una nuova impennata di calore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE