Ponte Morandi, Conte: "Il Governo è con i genovesi con gesti concreti"

Paterniano Del Favero
Agosto 24, 2018

Lo scrive su Facebook il premier Giuseppe conte ricordando i primi stanziamenti per gestire lo stato di emergenza e i successivi 28,5 milioni decisi dal Consiglio dei Ministri di ieri.

Roma- Sul futuro delle autostrade italiane "valuteremo con attenzione la modalità migliore per soddisfare l'interesse pubblico". Nel mirino anche la somma stanziata da Atlantia per le vittime e la ricostruzione del ponte, circa 500 milioni di euro.

L'intervista non chiarisce quali saranno le scelte specifiche del suo governo su TAV, TAP, reddito di cittadinanza e flat tax, ma Conte si dice sicuro che i prossimi mesi saranno molto produttivi e confida nell'intesa fra Salvini e Di Maio: "Sono due persone molto diverse tra di loro ma hanno una nota in comune: sono politicamente molto intelligenti anche perché non agiscono sulla base di umori transeunti o di mere inclinazioni temperamentali. Rimane il dato che possiamo accettare queste somme solo quale parziale risarcimento, senza alcun pregiudizio per l'avviata procedura di caducazione della concessione". "Va senz'altro trovata un'alternativa a cattive privatizzazioni e a un sistema concessorio mal realizzato". Inoltre annuncia che "abbiamo già avuto offerte di ricostruzione del ponte".

"Questo governo - ha precisato - farà in modo che il concessionario non possa trarre ulteriori vantaggi economici, rispetto a quelli già esorbitanti sin qui ricavati dalla convenzione".

"Faccio notare - ha aggiunto - che il concessionario non ha neppure sostenuto l'investimento iniziale per costruire le autostrade, gliele ha date lo Stato". Le "riforme strutturali di cui il Paese ha bisogno" sarebbero, secondo Conte: "Riforma fiscale e misure reddituali di cittadinanza, riforma del codice degli appalti, accelerazione dei processi, anticorruzione, semplificazione normativa e burocratica, razionalizzazione nell'utilizzazione dei finanziamenti, digitalizzazione della pubblica amministrazione".

Mentre l'intenzione del Governo è quella di andare avanti con la procedura di caducazione della concessione ad Autostrade, ieri in un'intervista il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha detto che l'eventuale nazionalizzazione "sarebbe conveniente". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE