Tebas: "Trucchetti sul mercato, con quali soldi l'Inter tratta Modric?"

Rufina Vignone
Agosto 19, 2018

Dagli studi di GazzettaTV, Carlo Laudisa commenta così le parole del presidente della LFP spagnola Javier Tebas a proposito dell'interesse dell'Inter per Luka Modric: "Lui è un polemista nato, e oltretutto nella Liga è famoso perché ha sempre tutelato i diritti dei club medio-piccoli a danno delle grandi, Barcellona in primis, che lo accusano di essere pro-Real Madrid". "Ci sono club-stato che stanno inflazionando il mercato prendendosi i giocatori. Non puoi iniettare denaro a perdere solo perché sei ricco e vuoi che il tuo Stato, il Qatar, abbia una squadra che vince la Champions League, cosa che sta accadendo con il Psg". O a queste offerte dell'Inter che non ha i soldi per ingaggiare giocatori però offre a Modric tantissimo per l'ingaggio. Poi aggiunge: "Non so se la Juventus bara, bisognerà capire meglio l'operazione CR7". "L'offerta per Modric ha delle trappole, quella del Paris Saint Germain a Neymar pure".

E il PSG con Neymar è lo stesso. Il PSG è un club che usa trucchi, come il Manchester City, e questo genera circostanza che destabilizzando il mercato e i media. La replica non è tardata, col club nerazzurro che ha annunciato una risposta per vie legali mentre la Serie A ha diffuso un comunicato in cui si è detta "sorpresa e amareggiata" per le dichiarazioni di Tebas. A cui essi, insieme ad altre 18 società, aderiscono. " Infine è stato sottolineato e precisato come "i club della Lega operino seguendo i parametri imposti in ogni ambito dai regolamenti nazionali e internazionali". Condiviso dagli addetti ai lavori e dai tifosi e appassionati di tutto il mondo, cresciuti nelle ultime stagioni in maniera esponenziale. Che durante la sessione estiva di mercato hanno potuto portare in Italia alcuni dei più affermati calciatori del panorama internazionale. "Ma, al contrario, stimolare il panorama europeo verso nuovi apici di competitività e spettacolarità".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE