Quanto guadagna Autostrade per l'Italia, la società controllata da Atlantia dei Benetton?

Paterniano Del Favero
Agosto 17, 2018

Si mobilita anche Edizione Srl, holding della famiglia Benetton e azionista di riferimento di Atlantia, partecipata tramite la società di diritto italiano Sintonia, affermando che "farà tutto ciò che è in suo potere per favorire l'accertamento della verità e delle responsabilità. E lo dico io che ci ho lavorato insieme", così Oliviero Toscani ha commentato la tragedia al Corriere della Sera. "Se il ponte era pericolante, Autostrade per l'Italia ci doveva dire che bisognava chiuderlo". "Autostrade è stata coperta da governi precedenti".

Il fotografo, dopo essersela presa con gli italiani che vogliono giustizia, ha detto che il Ponte Morandi "era tenuto a un livello altissimo di qualità" ed "era seguito con dei parametri molto più ampi della media europea". Parole a cui la società Autostrade per l'Italia ha risposto: controlli regolari, la nostra sede è in Italia.

Di Maio riferisce che "Toninelli ha avviato le procedure" per il ritiro della concessione ad Autostrade e che, in caso di inadempienze accertate, "è possibile far pagare multe fino a 150 milioni di euro". La reazione del Governo è maldestra e giuridicamente debole, ma i Benetton possono permettersi il lusso di mettersi contro chi ha dato loro la concessione pubblica? "Non si provi a usare questa vicenda per scaricare le colpe sui 5 Stelle".

Gli ottimi incassi derivanti dai pedaggi non avrebbero portato quindi a un aumento degli investimenti sulle infrastrutture, che anzi sarebbero in flessione, con Autostrade per l'Italia che adesso è finita nel mirino del governo Conte pronto alla revoca della concessione. "Siamo un Paese che deve andare dallo psicanalista". "Inoltre le strutture tecniche preposte si sono avvalse di società ed istituti leader al mondo in testing ed ispezioni sulla base delle migliori best practices internazionali". "Questi stessi esiti sono stati utilizzati come base per la progettazione degli interventi di manutenzione sul viadotto approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti".

Sui social network, e in particolare su Twitter, il linciaggio mediatico dei Benetton è iniziato subito dopo le prime dichiarazioni dei ministri Luigi Di Maio, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] Matteo Salvini e Danilo Toninelli contro la società Autostrade per l'Italia controllata, attraverso Atlantia, dalla famiglia Benetton. Ma tante accuse vengono rivolte anche ai governi Prodi e D'Alema, ai quali viene fatta risalire la concessione, e Renzi, per la scelta dell'allora ministro Graziano Delrio di "allungare la concessione". Io che reggo un quadro con la foto del ponte crollato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE