Crollo Ponte Morandi: prosegue la tragica conta delle vittime

Paterniano Del Favero
Agosto 16, 2018

C'è anche la milanese Angela Zerilli tra le 39 persone che hanno perso la vita a causa del crollo del Ponte Morandi a Genova il 14 agosto. "Il Genoa Club Portuali Voltri si stringe attorno alla famiglia di Andrea, nostro associato, nostro amico, nostro collega, vittima della tragedia di Ponte Morando".

Tra le vittime ci sono anche un bambino di 8 anni e due adolescenti di 12 e 13 anni. Come ha evidenziato recentemente un sito specialistico "i carichi eccezionali generalmente sono di entità notevolmente superiore a quelli previsti dalle Norme vigenti, e sono anche di natura diversa in quanto gravano su un numero di assi notevolmente superiore rispetto a quello previsto dalle Normative".

Incredibile il racconto di Davide Capello, portiere del Legino e pompiere che si trovava sul ponte al momento del crollo. Le persone verranno prese in carico dagli operatori e sistemate in collocazioni provvisorie in attesa di soluzioni abitative di lungo periodo.

Una volta nel greto è iniziata la disperata lotta contro il tempo: Night Spirit nei primi, terribili minuti, ha individuato cinque cadaveri ma anche salvato un uomo, l'autista del mezzo pesante precipitato insieme al viadotto e miracolosamente ancora vivo. È questo il drammatico racconto di Alessandro Brancatelli, 47enne, titolare delle Pompe Funebri Maccanò e Terrone di Imperia, che questa mattina si trovava sulponte Morandi a Genova proprio nel momento della tragedia. I feriti sono 16, dei quali 12 in codice rosso. Lo ha detto il sottosegretario alle infrastrutture, Edoardo Rixi, annunciando "verifiche puntuali su tutti i pareri che sono stati dati sull'adeguatezza dei lavori". All'ospedale San Martino di Genova sono 5 i codici rossi, tutti pazienti con politraumi. Arrivati sul posto hanno riconosciuto la loro auto e poi sono stati convocati in ospedale dove un team di psicologi ha dato loro la ferale notizia.

Le operazioni dei soccorritori sono andate avanti per tutta la notte e, prima dello stop, sono proseguite senza sosta nella speranza di trovare sopravvissuti sotto le macerie. La procura di Genova "è pronta ad aprire un fascicolo per omicidio plurimo e disastro colposi" ha detto il procuratore capo Francesco Cozzi. "Questi stessi esiti sono stati utilizzati come base per la progettazione degli interventi di manutenzione sul viadotto approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti secondo le norme di legge e le previsioni della Convenzione".

Il presidente della regione Giovanni Toti ha chiesto e ottenuto dal governo lo stato di emergenza.

"Attingeremo da fondi straordinari per assicurare la viabilità ai cittadini anche prolungando, se serve, l'utilizzo di alcuni viadotti costieri". Inoltre, ha spiegato Conte, "tra le misure idonee e le iniziative da adottare ci orienteremo verso la nomina di un commissario ad hoc, una persona indipendente e garante della ricostruzione". Oggi e domani nel capoluogo ligure sarà lutto cittadino.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE