Westfield Milano: a Segrate il centro commerciale più grande d'Europa nel 2021

Paterniano Del Favero
Agosto 15, 2018

A fine 2018 inizieranno i lavori per realizzare il centro commerciale più grande d'Europa che aprirà i battenti intorno al 2021 nell'area ex dogana a Segrate nel Milanese.

Westfield Corporation, la multinazionale australiana, ha in programma un centro commerciale collegato con l'aeroporto di Linate che ospiterà su una superficie di 60 ettari, 300 negozi, 50 ristoranti, un multisala con 16 schermi e diecimila posti auto. Si stima che ogni giorno arriveranno circa 60000 visitatori Per un totale di 21 milioni ogni anno. Le dimensioni? Titaniche: sarà grande due volte il mall di Arese. Il comunicato del Comune di Segrate è stato chiaro anche riguardo l'investimento che accompagnerà la costruzione del "Westfield Milano": realizzarlo costerà un miliardo e 400 milioni di euro, con 17mila posti di lavoro che saranno generati dall'impresa, più 20mila per l'edilizia per quanto riguarda la costruzione.

"Questo gigante commerciale è destinato a cambiare la morfologia del nostro territorio e probabilmente le abitudini di noi segratesi - commenta il sindaco Paolo Micheli -". Farà inoltre parte del grande centro commerciale anche le Galeries Lafayette, i famosi colossi del lusso parigini, che apriranno a Segrate il loro primo punto vendita italiano.

Al via entro la fine del 2018 i lavori per la realizzazione di quello che si preannuncia essere il secondo più grande centro commerciale d'Europa. Nel 2009 l'Amministrazione comunale in carica ne approvò la collocazione definitiva nell'area dell'ex dogana dopo un lungo e acceso dibattito politico tra il fronte del sì e del no. Io appartenevo a quest'ultimo, e le principali ragioni della mia contrarietà sono tutt'oggi valide: l'anomalia di un'opera di queste dimensioni in un'area già fortemente urbanizzata, l'impatto ambientale del traffico indotto, le ricadute potenzialmente devastanti sul commercio locale.

Stando a quanto riferito, secondo la convenzione urbanistica la società dovrà portare al Comune circa 55 milioni di euro e pare che già qualcosa sia stata versata come 16 milioni per oneri di urbanizzazione primaria scomputati in opera e oneri di urbanizzazione secondaria già versati che ammontano a circa 13 milioni. "La mia Amministrazione si è trovata di fronte a un iter irreversibilmente avviato e ha dovuto quindi impegnarsi per affrontare le criticità e sviluppare al meglio le opportunità". Un'opera da 1,4 miliardi di euro con i quali, però, verrà finanziata anche la Viabilità Speciale (Cassanese Bis), una tangenziale in cui verrà convogliato anche tutto il traffico d'attraversamento di Segrate. In parte saranno legati a opere d'urbanizzazione come per esempio la costruzione del Cassanese Bis, il ponte di collegamento con il Centroparco e le ciclabili di Novegro, Parco Forlanini e San Felice, nonché con la stazione del Passante Ferroviario; dall'altra sono previste anche costi di costruzione e di investimenti in infrastrutture sul territorio.

Westfield Milano - ha spiegato il gruppo - accoglierà il meglio del retail italiano e internazionale, proposto in trecento negozi e un "Villaggio del lusso". Non potranno mancare le ultime novità in termini di tecnologie digitali, shopping e servizi turistici.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE