No vax falsifica autocertificazione e si vanta sui social

Barsaba Taglieri
Agosto 14, 2018

Nella conversazione, successivamente cancellata dall'autrice ma catturata e diffusa dalla pagina No alle pseudoscienze, la donna dà consigli alle altre mamme: "Io mi sono fatta furba così!" Ecco, io ho fatto così: l'ho preso, scannerizzato, cambiato data, fotocopiato e portato alla materna. Questo è quanto successo alla scuola paritaria Maria Bambina di Esine, nel Bresciano.

La mamma si è più volte vantata pubblicamente sui social networks di aver ingannato per un anno i dirigenti della scuola materna a cui era iscritta la sua bambina presentando falsi certificati vaccinali. La madre continuava a temporeggiare, sostenendo di aver fatto richiesta alla Asl per avere il documento. Inizialmente, la scuola aveva ringraziato tutti e assicurato che avrebbe portato avanti le verifiche.

"In attesa che il governo nazionale - conclude la Beccalossi - si decida a rendere obbligatori, senza se e senza ma, i vaccini che molte vite hanno salvato in Italia e nel mondo, grazie al lavoro degli scienziati, è necessario il massimo rigore su un tema in cui la politica non può permettersi di 'giocare' per interessi elettorali, strizzando l'occhio a chi si documenta su internet e mette in discussione decenni di ricerca scientifica". Tocca adesso alle autorità accertare se il certificato presentato sia stato effettivamente falsificato o meno. Nel frattempo però la confusione generata ha attirato anche la voglia di fare i furbetti, secondi quanto scoperto dalla Regione Lombardia. Il portavoce dell'Istituto scolastico, Alberto Erculiani ha rimarcato la distanza delle posizioni dell'asilo da quelle della donna, sottolineando che la tutela dei bambini iscritti è una questione di massima priorità. Ma dopo qualche giorno la dirigenza si è decisa a denunciare la donna ai carabinieri. Le conseguenze sono prevedibili: il passaparola ha scatenato un vero e proprio putiferio visto che la storiella è arrivata fino alle istituzioni regionali, provocando un'interrogazione della consigliera Viviana Beccalossi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE