F1, Massa sta con Horner: "Alonso è uno che divide il team"

Rufina Vignone
Agosto 14, 2018

Oltre ai suoi due titoli - nel 2005 è diventato l'allora più giovane campione del mondo nella storia della F1 - Fernando è stato vice campione del mondo per tre volte.

"So che l'intera squadra si unisce a me nel rendere omaggio all'enorme contributo di Fernando alla McLaren; è una leggenda sia per il campionato che per la squadra". Dopo che il team principal della Red Bull lo aveva definito "un pilota che crea caos e che non gli interessa" - con risposta via twitter dello spagnolo ("È di sicuro la hit dell'estate") -, ecco che anche il pilota brasiliano non riesce a essere conciliante con il suo ex compagno di squadra alla Ferrari.

"I suoi 17 anni, che lo hanno reso il miglior pilota della sua generazione e uno dei più grandi di questo sport, hanno aggiunto un altra pagina alla ricca storia della Formula 1" - ha detto Brown commentando l'addio del pilota spagnolo -. "A nome di Shaikh Mohammed, Mansour e tutto il board, augiriamo a Fernando ogni successo nel suo futuro" ha poi concluso lo Chief Executive Officer della McLaren. Mi sono goduto ogni singolo momento di questi incredibili mondiali, e non riesco a ringraziare a sufficienza le persone che hanno contribuito a renderli così speciali. "Ci sono ancora diversi Gran Premi in questa stagione, e io prenderò parte a loro con più impegno e passione che mai". E dall'anno prossimo? "Vediamo cosa ci riserva il futuro; nuove sfide entusiasmanti sono dietro l'angolo". Tuttavia, come dicevamo, aggiunge: "Voglio ringraziare tutti alla McLaren".

Un addio che comunque fin da ora non sembra definitivo, sebbene Fernando sia abbastanza deciso: "Ho preso questa decisione alcuni mesi fa ed è stata ferma". Il mio cuore è con la squadra per sempre. Infine, vorrei anche ringraziare i miei ex team, compagni di squadra, concorrenti, colleghi, partner, giornalisti e tutti coloro con cui ho lavorato nella mia carriera in F1. E, soprattutto, tutti i tifosi in giro per il mondo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE