Ecco chi rischia il taglio della pensione

Paterniano Del Favero
Agosto 14, 2018

Non è chiaro anche come verranno ricostruiti i contributi passati.

Ma Repubblica non molla: alle accuse del ministro - che ipotizza ci sia qualche preoccupato cronista del quotidiano che potrebbe vedersi ricalcolata la pensione -, il quotidiano risponde rilanciando il fact checking e confermando quanto scritto: "Nessuna 'bufala' da Repubblica - spiega il giornale in un post su Facebook -, nessuna 'falsità', come scrive Luigi Di Maio".

Il chiarimento è dell'INPS che in un comunicato del 13 agosto replica alla notizia, apparsa lo scorso 10 agosto sul sito "QuiFinanza", dal titolo "Pensioni: contributi in prescrizione dal 31 dicembre 2018", in merito alla prescrizione dei contributi dei dipendenti iscritti alle gestioni pubbliche, confluite nell'INPS. Una versione che risulterebbe un compromesso rispetto alle esigenze di bilancio, ma che accorcia ulteriormente il beneficio, ponendo non pochi dubbi sulla contestuale penalizzazione data da un ricalcolo parzialmente contributivo. La misura è contenuta in una proposta di legge depositata in Parlamento la settimana scorsa e sarà incardinata alla ripresa dei lavori per poi procedere in parallelo con la manovra, coi grillini intenzionati a garantirne un iter accelerato a Montecitorio.

Sulla riduzione delle pensioni d'oro le perplessità sono rivolte solamente verso alcuni dettagli. "Contrariamente a quanto afferma "Repubblica", le donne saranno una minoranza". E perplessità arrivano dal mondo dell'alta dirigenza. Il progetto di legge non sarà transitorio ma definitivo e si applicherà anche alle nuove pensioni da gennaio 2019.

Questa la riflessione di Brunetta sul Giornale: "Autorevoli esponenti della maggioranza e di governo si lanciano in ovazioni roboanti sul taglio previdenziale ai privilegi -continua Brunetta-". Chiamarle pensioni d'oro mi pare un eccesso, solo un modo per accentuare il risentimento popolare. La norma, dunque, penalizza soprattutto le donne, che storicamente hanno raggiunto l'età pensionabile prima degli uomini: per loro, quindi, il taglio sarà più consistente proprio perché hanno detto addio al lavoro prima. "Aspettiamo fiduciosi a settembre l'esame di riparazione per il Prof Boeri e i suoi autorevoli discenti". Per Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia, infatti, il ddl sulle pensioni d'oro "rischia di far sembrare la Fornero il paradiso in terra", una proposta che "prepara una macelleria sociale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE