Crollo della lira turca. Bce teme contagio Turchia banche Ue

Paterniano Del Favero
Agosto 13, 2018

UniCredit detiene il controllo della banca turca Yapi Kredi.

(Aggiornato alle ore 16,43) - Il titolo Unicredit è tra i peggiori del Ftse Mib sin dalle prime battute della seduta.

Cosa che puntualmente in queste ore sta avvenendo. La tensione tra i due alleati della Nato preoccupa la Banca centrale europea, scrive oggi il "Financial Times", secondo cui Francoforte teme l'effetto contagio della crisi economica turca verso le banche europee.

Complessivamente gli istituti italiani hanno un'esposizione pari a 16,9 miliardi di dollari, quelli francesi sono esposti per 38,38 miliardi, le banche tedesche per 17,4 miliardi e quelle spagnole per ben 82,29 miliardi di dollari.

Yapi Credi è una banca molto buona e l'investimento in Turchia è di lungo termine, aveva aggiunto il Ceo Jean Pierre Mustier.

Secondo Credit Suisse, Yapi è a libro a 2,5 miliardi di euro e l'attuale capitalizzazione è 1,5 miliardi. Il restante 18,1% è flottante sulla Borsa di Istanbul.

Yapi è consolidata a patrimonio netto e il contributo a conto economico è meno del 2% dei ricavi del gruppo, hanno detto il 7 agosto i vertici di UniCredit presentando i conti del trimestre.

Alle 10,30 UniCredit perde 3,24% a 13,99 euro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE