Esine: falsifica i documenti delle vaccinazioni e si vanta su Facebook

Barsaba Taglieri
Agosto 12, 2018

La mamma no-vax che si vantava di aver falsificato i documenti per far ammettere la figlia a scuola, nonostante non avesse effettuato i vaccini obbligatori per legge, è stata denunciata. "La vicenda risale allo scorso anno scolastico: c'erano 70 bambini iscritti e la figlia della signora era l'unica a non avere le certificazioni". "Se quanto riportato dalle notizie fosse vero - dichiara Viviana Beccalossi, consigliere lombarda del Gruppo Misto, annunciando una interrogazione urgente - sarebbe la dimostrazione di quanto sia importante fare chiarezza sulla questione vaccini e che affidarsi all'autocertificazione da parte dei genitori, peraltro senza controlli, sia davvero una follia, oltre che un vero pericolo per i bambini, specie per quelli con problemi immunitari". Una di loro, di casa in un comune della Valle camonica, si è apertamente vantata di aver aggirato i controlli dell'asilo, falsificando un documento sulle vaccinazioni della propria figlioletta. I dirigenti scolastici, dopo aver esaminato la situazione, avrebbero quindi deciso di denunciare il caso ai carabinieri.

Come prevedibile, il dialogo - poi cancellato dal social come la pagina dell'asilo e il profilo della mamma no-vax - non è passato inosservato ed ha scatenato infinite polemiche. La mamma spiegava il suo "trucchetto", dando consigli alle altre mamme: "Ti è rimasto un foglio mandato dalla Asl con le vaccinazioni che devi fare?"

Un post su Facebook, il polverone in rete, infine la denuncia. "Ecco io ho fatto così" scriveva la signora di Esine nel bresciano, spiegando come aveva cambiato le date del certificato vaccinale della figlia per la scuola materna. "Fine!". Ai complimenti dell'interlocutrice, la donna risponde: "Mi sono fatta furba, è andato tutto bene", "bisogna essere originali", e ancora "è un anno che li prendo per il c..." "Sarà nostra cura tenervi aggiornati sugli sviluppi di questa triste vicenda".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE