I dazi Usa rallentano le borse

Bruno Cirelli
Agosto 10, 2018

Il China Daily, quotidiano di Stato del Dragone, ha accusato in un editoriale gli Stati Uniti: hanno una "mentalità da gangster" ("mobster mentality").

'Sarà la maggiore vittima', tuonano da Pechino, riferendosi proprio alla Apple, in accordo con quanto è stato riportato da Repubblica.it. La Cina, contro le major americane, infatti, nell'ambito della guerra commerciale a colpi di dazi, se questa continuerà, minaccia senza tanti fronzoli 'rabbia e spinta nazionalista' in virtù del fatto che, tra l'altro, proprio società come la Apple negli anni si sono avvantaggiate di manodopera a basso costo. Questa mattina Trump ha deciso di procedere, a partire dal prossimo 23 agosto, con l'imposizione di dazi del 25% su importazioni dalla Cina negli Usa pari a 16 miliardi di dollari. Tartasse le auto, le moto, il petrolio, ma pure il carbone, nonché i rottami ferrosi importati dagli States. La Cina è il più grande mercato mondiale della birra: i cinesi nel 2017 hanno bevuto 45 miliardi di litri di birra, rispetto ai 24 consumati negli Stati Uniti, secondo Euromonitor International. E il Pechino? Non si ferma: reagirà con una mossa di identico peso a qualsiasi azione della Casa Bianca.

Prosegue il "botta e risposta" economico tra Stati Uniti e Cina.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE