Caso plusvalenze: il 12 settembre l'udienza del ChievoVerona

Rufina Vignone
Agosto 10, 2018

Naturalmente la notizia della fissazione della data a settembre non può che essere stata accolta con soddisfazione dal Chievo: lo spostamento in qualche modo sembra un primo orientamento dei giudici. "Invece ci sono voluti 8 giorni", si legge sulla Gazzetta dello Sport.

Dunque non resta che attendere i prossimi accadimenti, col Chievo che conserverà la Serie A, nonostante una probabilissima penalizzazione.

La controparte, ovverosia il Cesena, è stato penalizzato di 15 punti nel campionato 2018/19 (sanzione che non sconterà in quanto la società è fallita) e ora il Chievo attende la sua sentenza. una sentenza che sarebbe già dovuta arrivare, ma Il 25 luglio scorso il Tribunale nazionale della Federcalcio aveva dichiarato l'improcedibilità 'per vizio di forma' nei confronti del Chievo per la mancata audizione (che lo stesso Campedelli aveva richiesto) e aveva restituito gli atti alla Procura federale, che ha istruito un nuovo procedimento. Aver iscritto a bilancio la posizione di alcuni giocatori ma con valori gonfiati così da implementare la soglia del proprio patrimonio netto rispetto alla realtà e preservando i requisiti per l'iscrizione al campionato di serie A. La società è finita sotto inchiesta sia per responsabilità diretta (considerato il coinvolgimento del massimo dirigente, Luca Campedelli) sia per responsabilità oggettiva (in vortù della posizione degli altri dirigenti) ma il processo verrà celebrato solo dopo la prima giornata di campionato... dopo Cristiano Ronaldo e con la categoria salva.

Niente da fare per il Crotone, che perde le ultime speranze di poter restare in Serie A grazie alla retrocessione del Chievo Verona per il caso delle plusvalenze fittizie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE