Trump all'Ue: "Chi fa affari con l'Iran ha chiuso con gli Usa"

Bruno Cirelli
Agosto 9, 2018

Il presidente americano Donald Trump vuole fare terra bruciata attorno a Teheran e minaccia l'Europa: "Le sanzioni sono ufficialmente partite, chi fa affari con l'Iran non li potrà più fare con gli Stati Uniti". Al contempo, ha aggiunto che mentre gli Usa "continuano ad applicare la massima pressione economica sul regime iraniano, resto aperto a raggiungere un accordo più globale". A novembre, le successive colpiranno il settore petrolifero e del gas, e la Banca centrale.

Nel frattempo arrivano reazioni anche da Teheran, a seguito delle nuove sanzioni imposte da Trump contro l'Iran - ha affermato alla Tv di Stato Rohani - "l'idea americana di combinare i negoziati con le sanzioni è insensata, perché così facendo Washington si dimostra insensibile, colpendo anche bambini bisognosi di cure, ammalati e in generale tutto il popolo iraniano, creando le condizioni per aumentare il dissenso, e lanciando una guerra psicologica contro il nostro paese". Una misura ad hoc in questo tempo deve entrare in vigore martedì, per fare da 'schermo' alle imprese europee. Sanzioni anche sul settore dell'auto.

L'accordo "sta funzionando e sta realizzando il suo obiettivo, vale a dire assicurare che il programma iraniano rimanga esclusivamente pacifico, come confermato dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) in 11 relazioni consecutive", si legge in una nota congiunta firma da Federica Mogherini, Jean-Yves Le Drian, Heiko Maas e Jeremy Hunt. Israele, nel frattempo, elogia l'alleato americano: il ministro della Difesa Avigdor Lieberma parla di una "decisione coraggiosa di cui ci si ricorderà per generazioni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE