Notte di San Lorenzo 2018: dove e come vedere le stelle cadenti

Geronimo Vena
Agosto 9, 2018

Gli astrofili però consigliano altre date per la massima visibilità.

Luna nuova e cielo sereno in gran parte dell'Italia.

Come ormai risaputo la "pioggia di stelle" non è circoscritta nella sola notte del 10 agosto, ma anche nei giorni a seguire, il picco quest'anno è dal 12 al 13 agosto.

Arriva le notte di San Lorenzo, il 10 agosto, con le sue stelle cadenti, che quest'anno si annunciano straordinarie per la loro visibilità, grazie all'assenza della Luna. Tuttavia, come tutte le piogge di stelle cadenti, anche le Perseidi sono attive sia nei giorni precedenti sia in quelli successivi al momento di massima attività e di conseguenza, lo spettacolo astronomico dura alcuni giorni. Se si è fortunati, durante il picco, si possono scorgere anche 100 meteore all'ora, ma in realtà, osserva l'astrofilo, è difficile vederne un numero così alto, "perché il campo visivo delle persone non abbraccia l'intera volta celeste". Le Perseidi devono il loro nome al punto dal quale sembrano provenire tutte le scie, ovvero dalla costellazione di Perseo e hanno origine dalla cometa Swift-Tuttle, che ha lasciato lungo la sua orbita una nuvola di frammenti che la Terra incrocia ogni anno in questo periodo. La velocità con cui le meteore impattano l'atmosfera terrestre è pari a circa 59 km/s. Come sempre in questi casi, il consiglio per osservare al meglio le stelle cadenti è, ha detto Volpini "recarsi in spazi aperti, lontani da fonti luminose".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE