Il Senato approva definitivamente il decreto dignità

Paterniano Del Favero
Agosto 9, 2018

I contratti a termine che superano i 12 mesi e per i quali non vengono riportate le causali (le motivazioni che rendono plausibile l'assunzione a termine) diventano automaticamente di durata indeterminata.

Lo stop & go, la necessità di un intervallo tra un contratto a termine e un altro, non riguarderà il lavoro in somministrazione. Ma già si attende una circolare chiarificatrice del ministero perché tra l'entrata in vigore del decreto e la sua conversione in legge - e con l'introduzione di un periodo transitorio - si è creata una situazione molto confusa, con quattro diversi regimi vigenti nel giro di pochi mesi. Entra nel decreto anche il rinvio dell'obbligo di fattura elettronica per i benzinai al primo gennaio. Sempre in tema di Iva, i dati relativi al terzo trimestre 2018 potranno essere trasmessi anziché entro novembre, entro il 28 febbraio 2019. Estesa a tutto il 2018 la compensazione delle cartelle esattoriali per i crediti commerciali delle imprese nei confronti della pubblica amministrazione.

Ulteriori misure per il lavoroLe aziende che delocalizzano nei 5 anni seguenti la ricezione di contributi pubblici sottostanno a una multa fino a 4 volte l'importo delle sovvenzioni ricevute, fondi che verranno impiegati per stimolare il mercato del lavoro. Se la delocalizzazione avverrà al di fuori della Ue, la sanzione potrà raddoppiare o quadruplicare il valore dell' incentivo ricevuto. Eliminato anche il limite di 36 mesi per i precari della scuola (docenti, amministrativi, tecnici e ausiliari). Condividendo l'importanza dell'obiettivo di lotta all'azzardopatia fissato dal Governo, le rappresentanze del mondo sportivo italiano hanno apprezzato la decisione del Parlamento di inserire in legge un impegno del Governo per una riforma complessiva in materia di giochi per eliminare i rischi connessi alla malattia da gioco d'azzardo e contrastare il gioco illegale e le frodi a danno dell'erario derivanti dal gioco illegale. Il concorso sarà riservato ai diplomati magistrali e ai laureati in Scienze della formazione primaria. Il testo impone l'obbligatorietà dell'uso della tessera sanitaria per poter accedere nelle sale con le slot e gli apparecchi da gioco: ciò dovrebbe impedire, almeno nell'intenzione del legislatore, l'accesso dei minori. Sul fronte dei giochi si vieta la pubblicità e aumenta il prelievo erariale unico sulle vincite (preu) da apparecchi da gioco. Sui gratta-e-vinci comparirà la scritta "nuoce alla salute" come sui pacchetti di sigarette.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE