I nuovi attacchi tra Gaza e Israele

Bruno Cirelli
Agosto 9, 2018

Quattro hanno invece colpito la città di Sderot, mentre 11 sono stati intercettati dal sistema Iron Dome.

Nella notte tra mercoledì 8 agosto e giovedì 9 agosto 2018 Israele ha bombardato la striscia di Gaza, come risposta al lancio di missili da parte di Hamas, indirizzati verso il sud del paese.

Secondo quanto riportano i servizi di pronto soccorso il primo ferito - di 34 anni - è stato colpito da schegge di vetro su braccia e gambe mentre il secondo ha riportato lievi lesioni. Le trattative erano state portate avanti nella speranza di concludere le violenze degli ultimi mesi che hanno coinciso con la "Marcia del Ritorno", una serie di proteste che si sono tenute ogni venerdì a partire da marzo al confine tra Israele e Striscia di Gaza, e nelle quali sono stati uccisi in tutto almeno 160 palestinesi e ne sono stati feriti migliaia, spesso dai cecchini israeliani che hanno sparato su manifestanti disarmati.

Un palestinese è stato ucciso durante il bombardamento a Gaza. Secondo i media, la scorsa settimana entrambi i lati del conflitto hanno presentato una bozza del documento che avrebbe dovuto porre le basi per la prima fase della cessazione degli attacchi palestinesi in cambio l'alleggerimento del blocco della Striscia di Gaza.

I bombardamenti della notte arrivano in un momento in cui si riteneva fossero in corso dei progressi nella negoziazione di una tregua tra Israele e Hamas, mediata dall'ONU e dall'Egitto. Le sirene di allarme antimissili sono risuonate a Ashkelon, Sdot Negev, Eshkol. Haaretz, citando un comandante dell'esercito israeliano, dice che "non si vede la fine dell'escalation" e parla di una possibile battaglia a Gaza.

Secondo i media palestinesi, la reazione israeliani ha provocato per ora due feriti a Gaza. Nei raid sono stati colpiti "una fabbrica di componenti per realizzare tunnel, una galleria di attacco lungo la costa" e sono stati presi di mira leader dell'ala militare di Hamas.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE