Europei su Pista, nell’Omnium c’è il bronzo di Letizia Paternoster

Rufina Vignone
Agosto 9, 2018

Vediamo sorprese e delusioni. Lei che, a livello giovanile, ha vinto tutto quello che c'era da vincere (cinque ori, un argento e tre bronzi mondiali tra pista e strada tra il 2016 e il 2017), si è presentata a questo primo appuntamento nella categoria maggiore senza il minimo timore.

Una crescita evidente soprattutto nell'inseguimento a squadre, con quattro finali su quattro nelle ultime due edizioni del torneo.

Non riescono invece a difendere il titolo le donne del ciclismo, che sono costrette ad arrendersi in finale proprio contro la Gran Bretagna: Letizia Paternoster, Marta Cavalli, Elisa Balsamo e Silvia Valsecchi faticano a stare dietro al ritmo delle inglesi, finendo a quasi 10 secondi dal 4:16.896 fatto registrare dalle neo campionesse.

La trentina Letizia Paternoster non tradisce le attese e conquista la medaglia di bronzo ai Campionati Europei di Glasgow nell'Omnium. Ringrazio il mio allenatore Stefano che mi ha portato in pista da quando ero piccola e tutta la nazionale. Sempre a ridosso del terzo posto, la 19enne ha conservato il gradino più basso del podio anche dopo l'ultima prova, aggiudicandosi il bronzo dopo aver conquistato, insieme alle sue compagne, l'argento nell'inseguimento a squadre. Davanti a lui solo il britannico Ethan Hayter, con 133 punti. Dopo l'argento di Elia Viviani, Italia sul podio anche nella gara Omnium al femminile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE