Terremoto in Indonesia, 142 morti: turisti italiani in trappola: "È il caos"

Bruno Cirelli
Agosto 7, 2018

Il campione olimpico di scherma, toscano di Livorno, in vacanza dopo avere partecipato ai Mondiali in Cina, si trovava insieme a sua moglie Olga Plachina proprio nella regione dove si è verificato il terribile terremoto di magnitudo 7.0 che ha provocato oltre 140 morti, il bilancio è ancora provvisorio, e centinaia di feriti. L'albergo è parzialmente crollato, ma loro sono illesi. Siamo riusciti a contattare la Farnesina che ci ha gentilmente lasciato il numero dell'ambasciata italiana a Giakarta e del consolato italiano a Bali che ovviamente non hanno risposto.

Più colpita l'isola di Lombok dove intere aree sono rimaste senza elettricità e decine di villaggi sono ancora irraggiungibili.

Anche il campione di sciabola Aldo Montano è rimasto bloccato a Lombok.

Anche diverse mete turistiche, tra cui la costa est dell'isola di Bali, hanno riportato gravi danni alle infrastrutture. La coppia, secondo quanto si apprende, ha trascorso la notte in cima a una collina insieme ad altri italiani.

TURISTE MOLESTATE E FAMIGLIE DIVISE - "Siamo bloccati in qualche migliaio da ieri sera su Gili Trawangan dopo il terremoto", racconta l'italiano Roberto Cinardi sul suo profilo Facebook da Trawangan, facendosi portavoce di un gruppo di connazionali. "Non c'è nessuna autorità che sappia gestire la situazione di emergenza e non ci sono navi e mezzi sufficienti all'evacuazione". L'uomo ha raccontato di aver avvertito la scossa mentre era in spiaggia con la moglie. L'uomo sopravvissuto era sotto il tetto crollato della moschea di Jabal Nur. Molti hotel dell'isola, frequentata da turisti occidentali per le spiagge bianche e la barriera corallina, sono danneggiati dal forte sisma seguito da un allarme tsunami. Dalla Farnesina non abbiamo ricevuto alcun aiuto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE