Cassano: "La Roma è due, tre anni indietro rispetto alla Juventus"

Rufina Vignone
Agosto 7, 2018

Antonio Cassano, ex attacante della Roma, sta cercando un club di Serie A per tornare a giocare.

"Buffon mi inseguì fino allo spogliatoio dandomi ripetutamente del deficiente. - ricorda Cassano - Fortuna che il Pupo era squalificato, giocai la partita successiva e feci anche bene". Così poi andrò più veloce sull'erba. Sono integro, perfettamente in salute. Per rientrare, mi alleno per rientrare. "L'unico infortunio l'ho avuto alla testa, ma l'ho curata con e per i miei figli". Sono avanti 3-4 anni rispetto alle altre squadre.

"È la mia scommessa: se a giugno la squadra sarà soddisfatta, contratto di altri due anni", - ha aggiunto ancora il barese - altrimenti me ne torno a casa e mi metto a studiare da Diesse.

Il talento barese a 36 anni non ha ancora perso le speranze di tornare a giocare in Serie A: "Cerco un progetto serio, non voglio lottare per non retrocedere". Neppure a vent'anni ero sceso a 82. Tutto bello, tutto splendido. Andrei a zero in squadre come Sassuolo, Bologna, Torino e Parma: se decidessero di prendermi non chiederei soldi, di quelli se ne parlerebbe a fine stagione. Il presente è fatto di allenamenti duri per farsi trovare pronto in caso di chiamata dalla Serie A: "Devo dire che Alessandro Moggi sta facendo un grande lavoro, mi ha trovato più squadre lui di tutti quelli che l'hanno preceduto".

Questa Roma ringiovanita ti convince? .

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE