Kim non molla il nucleare

Bruno Cirelli
Agosto 6, 2018

La Corea del Nord non ha fermato il suo programma nucleare e missilistico, in violazione delle sanzioni delle Nazioni Unite. Questa le parole salienti contenute in un rapporto di esperti che ieri è stato presentato al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Secondo i documenti dell'Onu, Pyongyang avrebbe "aumentato massicciamente" i trasferimenti illegali di prodotti petroliferi e avrebbe cercato di vendere armi all'estero.

Però, secondo un rapporto confidenziale dell'ONU, di cui l'agenzia Reuters è riuscita a prendere visione, la Corea del Nord continuerebbe a sviluppare i suoi programmi nucleari e missilistici violando sistematicamente le sanzioni tuttora in vigore.

Le nuove sanzioni arrivano mentre il presidente americano, Donald Trump, sta discutendo con il leader di Pyongyang, Kim Jong Un, sulla possibilità di un accordo che porti alla denuclearizzazione della penisola coreana. Tra le ulteriori accuse che vengono mosse nel citato rapporto, c'è anche il sospetto che la Corea del Nord stia fornendo armi leggere a Paesi come Sudan, Yemen e Libia, attraverso non precisati 'intermediari stranieri'.

Anche per questo il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, ha ammonito Russia e Cina a non violare le sanzioni internazionali alla Corea del Nord. Parlando a Singapore, Pompeo ha sottolineato che Washington non accetterà alcun comportamento che dovesse risultare in una riduzione della pressione esercitata su Pyongyang affinchè il regime abbandoni il nucleare.

L'Olanda, che presiede la commissione sulle sanzioni alla Corea del Nord, ha inviato una lettera ai membri del Consiglio, che avranno fino al 10 agosto per sollevare obiezioni.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE