Fisco: cartelle congelate ad agosto. Stop a un milione di atti

Paterniano Del Favero
Agosto 6, 2018

Il Fisco annuncia il "congelamento" delle cartelle e delle comunicazioni nel mese di agosto. Chiudono la classifica Molise, Valle d'Aosta e le Dp di Trento e Bolzano (con poco piu' di 1,6 mila invii sospesi). Il Fisco 'congela' le cartelle e le comunicazioni nel mese di agosto. Niente stop per tutti gli atti cosiddetti inderogabili che dovranno essere comunque inviati. Nel percorso di semplificazione anche nei rapporti con i cittadini e con l'obiettivo di evitare inutili disagi, l'Agenzia delle Entrate e l'Agenzia delle Entrate-Riscossione, in accordo con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, sospendono la notifica di più di un milione tra cartelle, avvisi di liquidazione, richieste di documentazione e lettere di compliance.

Per quanto concerne gli atti inviati dall'Agenzia delle Entrate, la pausa estiva del mese di agosto comporterà il blocco della partenza di 120 mila lettere di compliance e di 430 mila comunicazioni in cui si evidenzia l'eventuale presenza di irregolarità nelle dichiarazioni dei redditi e Iva (36-bis del Dpr n. 600/73 e 54-bis del Dpr n. 633/72).

La notifica di tutti gli atti sospesi riprenderà al termine del periodo di sospensione fermo restando che ad agosto 2018 le attività ordinarie di Agenzia delle Entrate e di Agenzia delle Entrate-Riscossione non andranno in ferie.

Nella sospensione di agosto fanno parte pure le richieste agli intermediari e ai contribuenti di esibizione di documenti inerenti al controllo formale delle dichiarazioni dei redditi sui dati relativi a deduzioni, detrazioni e ritenute indicati in dichiarazione (36-ter del Dpr n. 600/73).

A livello regionale, a beneficiare maggiormente della sospensione da parte delle Agenzie sarà la Lombardia che con circa 168 mila atti è al primo posto per numero di documenti 'congelati', seguita dal Lazio (144 mila) e dalla Campania (107 mila).

Il Lazio con circa 73 mila atti sospesi è in testa alle regioni nella speciale classifica "zero-cartelle" (esclusa la Sicilia dove Agenzia delle entrate-Riscossione non opera), seguito dalla Lombardia (circa 64mila) e dal Veneto (circa 44mila). Non vanno poi dimenticate le lettere di compliance correlate a vari tipi di reddito, per l'anno d'imposta 2014, tramite le quali l'Agenzia consente ai contribuenti di porre rimedio in autonomia a possibili errori o distrazioni sui redditi dichiarati con sanzioni ridotte.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE